Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
gio 24 lug. 2014
  cerca in archivio  
una sintesi delle ragioni della Marcia

Marcia di Natale per l’Amnistia, la Giustizia e la Libertà

 

Roma, 25 dicembre

da Castel Sant’Angelo (ore 9.30) a Via 24 Maggio (Quirinale)

 

 

La prima manifestazione di e per una grande questione sociale

 

E’ la prima volta che in Italia si manifesta - e si manifesta per - quella che consideriamo la più grande questione sociale del nostro paese, determinata dalla non-amministrazione della giustizia e dalla disastrosa situazione delle carceri, fatti per cui lo stato italiano è stato condannato dalla giustizia europea, sin dal 1980 e ripetutamente, per violazione di diritti umani fondamentali.

Non si tratta solo della condizione delle carceri nelle quali 60.000 detenuti sono ammassati in celle che potrebbero ospitarne al massimo 42.000, si tratta anche e soprattutto della vita di almeno 18 milioni di cittadini italiani e delle loro famiglie che sono parti in causa negli attuali 9 milioni di processi pendenti, molti dei quali destinati a risolversi per prescrizione (come è accaduto a 1 milione di processi negli ultimi cinque anni). Secondo il recente rapporto del Consiglio d’Europa, circa il 30% della popolazione italiana è in attesa di una decisione giudiziaria.

 

Percorso della Marcia

 

Parte da Castel Sant’Angelo alle ore 10 e passando davanti al Carcere di Regina Coeli, il Senato, la Camera dei Deputati, Palazzo Chigi e Santissimi Apostoli, arriva in Via 24 Maggio (Quirinale).

 

Il Comitato promotore

 

E’ presieduto da Don Antonio Mazzi e ne fanno parte i Senatori a vita Andreotti, Colombo, Cossiga, Levi-Montalcini, Napolitano, Pininfarina, i Presidenti Emeriti della Corte Costituzionale Baldassarre e Vassalli, numerose associazioni del mondo cattolico e del volontariato sociale tra cui Comunità di Sant’Egidio, Gruppo Abele, Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza, Antigone, Arci, Legambiente, Forum delle comunità straniere in Italia, le associazioni radicali “Nessuno tocchi Caino”, “Il Detenuto ignoto”, “Luca Coscioni”, “Radicali Italiani” e numerosi esponenti del mondo politico sia della maggioranza sia dell’opposizione.

 

Chi aprirà la Marcia

 

Oltre a Don Antonio Mazzi e Marco Pannella, la Marcia di Natale sarà aperta dai Senatori a vita Francesco Cossiga e Giorgio Napolitano. In prima fila, sfileranno anche Emma Bonino ed Enrico Boselli, insieme a Giuliano Ferrara, Emanuele Macaluso, Lucia Annunziata, Antonio Padellaro, Stefano Menichini, Valentino Parlato, Stefano Rodotà.

Seguiranno i Gonfaloni delle città, province e regioni italiane che hanno aderito alla Marcia.

E’ prevista la presenza al gran completo dei membri della segreteria della Rosa nel Pugno, dei dirigenti dello SDI e di tutte le associazioni dell’area radicale.

Gli altri leader di partito che hanno assicurato la presenza alla Marcia sono il Segretario di Rifondazione Fausto Bertinotti, il Presidente dei Verdi Alfonso Pecoraro Scanio, il Presidente dei Comunisti Italiani Armando Cossutta, il Presidente di Riformatori Liberali Benedetto Della Vedova.

Parteciperanno alla Marcia anche il Vice Presidente del Senato Cesare Salvi, la Sottosegretaria agli Esteri Margherita Boniver, il Presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo e il Sindaco di Roma Valter Veltroni. Partecipa anche una delegazione dei DS guidata dal capogruppo al Senato Gavino Angius.

L’Unità, Il Foglio, Europa e Il Manifesto hanno aderito alla Marcia invitando i loro lettori a partecipare.

 

Le partecipazioni più significative

 

Alla Marcia partecipano numerosi esponenti del mondo cattolico e del volontariato sociale; rappresentanti di associazioni dei detenuti e rappresentanti sindacali degli agenti di polizia penitenziaria, rappresentanti di associazioni delle vittime del reato come il Comitato vittime Moby Prince, Associazione 5 maggio vittime alluvione di Sarno, Fondazione Luigi Guccione per le vittime della strada, le associazioni di categoria dei benzinai, delegazioni di numerose comunità straniere in Italia.

Le manifestazioni locali

 

Oltre alla Marcia di Natale che si svolge a Roma e per gli stessi obiettivi, sono previsti in moltissime città italiane presidi davanti alle carceri e visite ispettive di deputati europei, nazionali e regionali.

Sono state annunciate iniziative a: Avellino, Bari, Bergamo, Bologna, Bolzano, Cagliari, Caltanissetta, Campobasso, Cosenza, Cremona, Firenze, Foggia, Forlì, Genova, Lecce, Locri, Milano, Napoli, Nuoro, Oristano, Padova, Palermo, Perugia, Pisa, Potenza, Salerno, Sassari, Torino, Udine, Venezia (la lista completa degli appuntamenti).

 

Gli obiettivi della Marcia di Natale

 

Un’amnistia, la più ampia possibile, che possa immediatamente ridurre di almeno un terzo il carico processuale della Amministrazione della Giustizia perchè essa possa, liberata da processi meno gravi, proficuamente impegnarsi a concludere quelli più gravi.

Un indulto, di almeno due anni, che possa sgravare di un terzo il carico umano che soffre - in tutte le sue componenti, i detenuti, il personale amministrativo e di custodia - la condizione disastrosa delle prigioni.

... e poi, martedì 27 dicembre, convocazione straordinaria della Camera dei Deputati

 

Dopo 5 anni dal Giubileo e 3 anni da quando il Parlamento applaudì ripetutamente Giovanni Paolo II mentre invocava un atto di clemenza, atto che in Italia non viene promulgato da ormai 15 anni, è ora di cominciare a dare risposta alla massima crisi istituzionale, sociale e politica del nostro paese.

A questo fine, martedì 27 dicembre, grazie alla iniziativa del deputato della Margherita Roberto Giachetti, la Camera dei Deputati si riunirà in seduta straordinaria con all’ordine del giorno la questione della amnistia.

Per il 27 dicembre, a partire dalle 9.00 e per tutta la durata del dibattito in Aula, la Rosa nel Pugno ha convocato una manifestazione fuori da Montecitorio, mentre le tribune della Camera, negli spazi riservati al pubblico e alla stampa, saranno riempite di cittadini che vorranno seguire la seduta.

Se vuoi prenotarti a occupare un posto sulle tribune della Camera, invia una mail a r.bernardini@radicali.it con i seguenti dati: nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza e un numero di telefono dove essere richiamati. I posti sono limitati e saranno assegnati in base all’ordine cronologico di prenotazione.

 

 

Per aderire alla campagna per l’amnistia

http://www.radicali.it/amnistiaxnatale/form.php

 

Per informazioni

www.radicali.it - www.radioradicale.it - Tel. 06/6826



IN PRIMO PIANO







  stampa questa pagina invia questa pagina per mail