Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mar 16 apr. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Emma Bonino commissario UE
Partito Radicale - 14 gennaio 1995
MISSIONE DEI RADICALI IN CECENIA PER LA DIFESA DEI DIRITTI UMANI E LA DEMOCRAZIA IN RUSSIA.
ANTONIO STANGO, DELLA SEGRETERIA DEL P.R. E IL RADICALE RUSSO NIKOLAJ KHRAMOV INCONTRANO SERGEJ KOVALEV A NAZRAN.

DICHIARAZIONE DI EMMA BONINO: "I DIRITTI UMANI NON SONO UN AFFARE INTERNO DEGLI STATI".

COMUNICATO STAMPA

Mosca - Roma, 14 gennaio.

Questa mattina, Antonio Stango, membro della segreteria e di Nikolaj Khramov, responsabile dell'ufficio di Mosca del Partito radicale, sono partiti alla volta di Grozny, dopo aver incontrato ieri a Nazran, capitale dell'Inguscezia, Sergei Kovalev e altri parlamentari russi di ritorno dalla capitale cecena.

Tra gli obiettivi della missione dei radicali, ha detto Antonio Stango, c'è "in particolare, quello di collaborare con i parlamentari russi ed i gruppi di difesa dei diritti umani e migliorare il collegamento di questi gruppi con le istituzioni internazionali".

Intanto, qualcosa si muove dall'Occidente. Emma Bonino, neo commissario dell'Unione europea, in riferimento alla posizione degli Stati Uniti - che riconoscono le gravi violazioni dei diritti umani in Cecenia, ma considerano la questione cecena un affare interno della Russia - ha dichiarato:

"La legittimità degli Stati risiede sempre meno sul principio di sovranità interna e sempre più sul riconoscimento internazionale del rispetto dei diritti umani all'interno dei confini nazionali. La posizione americana sulla guerra in Cecenia è in evoluzione positiva ma ancora troppo timida, e rischia di essere un pericoloso precedente rispetto alle altre regioni di crisi nel Caucaso."

 
Argomenti correlati:
cecenia
commissario
unione europea
diritti umani
comunicato stampa
khramov nikolaj
stampa questo documento invia questa pagina per mail