Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
sab 20 apr. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Emma Bonino commissario UE
Notizia Tg3 - 28 gennaio 1995
Notizia n.10 del TG3 h.19,00 del 28/1/1995
------------------------------------------

Redazione 19"

Servizio filmato di Tersigni 1'20"

"Il commissario europeo Emma Bonino che è incaricata per la politica umanitaria in Croazia e Bosnia è a Sarajevo per una visita ufficiale. In questi giorni l'occidente è sotto accusa tra i cittadini bosniaci perché dicono che l'occidente è indifferente. Il nostro inviato Neliana Tersigni ci racconta una delle tante storie di Sarajevo".

TERSIGNI: "La guerra ha molti volti, tutti crudeli. Questo è uno dei suoi volti, questa è la storia di due sorelle di Sarajevo, Irma 11 anni e Diana 5. La racconta il loro nonno Mohamed Ciber: "Era il novembre del '93, una esplosione ha distrutto la nostra casa. Mia nuora e le bambine sono rimaste gravemente ustionate. Le hanno portate in Italia per salvarle ma la mamma è morta e mio figlio era in guerra, colonnello del nostro esercito. Nessuno di noi in quel momento poteva raggiungere Irma e Diana e sono state date in affidamento ad una famiglia italiana di Tolentino. Nel luglio dell'anno scorso il loro papà è andato a riprenderle ma per la legge italiana non riusciamo ancora ad averle. Mio figlio è impazzito di dolore e di rabbia. Parliamo con le piccole per telefono ma Diana non sa più nemmeno la nostra lingua. Se c'è pericolo per loro qui? C'è quello che corrono tutti i bambini di Sarajevo. Loro sono come due uccellini fuori del nido, questo nido. Non si può lasciare un padre senza le sue figlie. Ora abb

iamo seguito la via legale, le regole internazionali. Speriamo di riaverle le bambine. La guerra non ci può colpire anche in questo modo, negli affetti più cari". Questo era un tempo lo stadio di Sarajevo, oggi è un enorme cimitero ma la storia di questi mille giorni di assedio non è solo quella di 10 mila morti e di oltre 50 mila feriti, è anche la storia di tanti e tanti drammi umani nascosti nella tragedia nazionale".

 
Argomenti correlati:
commissario
unione europea
missione echo
televisione
ex jugoslavia
mostar
stampa questo documento invia questa pagina per mail