Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
sab 02 mar. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Emma Bonino commissario UE
Agenzia Ansa - 15 maggio 1995
INDUSTRIA: BONINO E CLO', RICONOSCIMENTO GIURIDICO CONSUMATORI

15 maggio 1995

________

SOMMARIO. Utile comunicato stampa, che riassume bene il senso del dibattito svoltosi a Bologna il 15 maggio 1995 con un intervento di Emma Bonino (riportato integralmente in archivio) alla presenza del ministro Clo'. Dà il senso dell'impegno e dell'indirizzo impresso da E.Bonino alla Commissione consumatori.

(ANSA) bologna, 15 mag - l'italia deve offrire riconoscimento giuridico e sostegno alle organizzazioni dei consumatori, così come avviene in altri paesi europei. a chiederlo è la commissaria europea per la politica dei consumatori emma bonino che oggi, a bologna, a cento giorni dall'assunzione dell'incarico, ha tracciato le linee di impegno future e, approfittando della presenza alla stesso convegno del ministro dell'industria alberto clo', gli ha chiesto di intervenire per mettere fine ad un'anomalia tutta nazionale che penalizza i consumatori italiani. bonino ha anche sollecitato il ministero a varare l'organismo "eco-label" per la certificazione "eco-compatibile" dei prodotti industriali, che attende ormai da due anni. "sono d'accordo: bisogna dare rappresentatività alle organizzazioni dei consumatori attraverso una specifica normativa", ha detto clo', annunciando anche che "eco-label" è ormai in dirittura di arrivo". bonino ha insistito molto sulla necessità di una corretta e ampia informazione al consum

atore, che rappresenterà uno dei punti cardine del suo programma triennale, insieme ad alcune iniziative normative per una maggiore tutela degli utenti rispetto ai servizi, finanziari e pubblici. "sono impegni di lavoro anche per la prossima presidenza ue italiana che comincia da gennaio". per bonino è un'occasione da non perdere, vanno quindi evitate elezioni in marzo.

 
Argomenti correlati:
commissario
unione europea
giustizia
clo' alberto
industria
stampa questo documento invia questa pagina per mail