Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
lun 24 giu. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Emma Bonino commissario UE
Agenzia Ansa - 24 giugno 1995
PESCA. BONINO SU DIFFICOLTA' REGIME UNICO PESCA MEDITERRANEO

24 giugno 1995

(ANSA)

________

SOMMARIO. A conclusione dei lavori, ad Ancona, della Commissione sul regime della pesca nell'Adriatico, Bonino indica quali siano i problemi più gravi: 1) trovare un accordo generale sulla pesca nel mediterraneo, reso difficile dal fatto che solo quattro paesi rivieraschi vi sono interessati, mentre gli altri cedono i loro diritti ad altre marinerie; 2) attuazione degli accordi sulle misure del pescato, contestate dai pescatori dell'Adriatico; 3) mancata gestione dei fondi strutturali per la pesca da parte delle regioni, con gravissime perdite di possibili finanziamenti.

ancona - l'obiettivo di instaurare un regime comune di pesca per i paesi del mediterraneo, finalizzato alla preservazione delle risorse ittiche, presenta molte difficoltà. lo ha detto oggi ad ancona il commissario europeo emma bonino incontrando i giornalisti durante i lavori, che si concludono stasera, della commissione della pesca formata in ambito comunitario in collaborazione con il parlamento europeo.

"è un processo tutto in salita - ha detto bonino dopo un incontro con 40 operatori economici europei - perchè i paesi ue interessati sono solo quattro: italia grecia, spagna e francia. con gli altri stati si possono cercare accordi, ma è necessario avviare negoziati. alcuni di questi paesi hanno economie non floride, stipulano accordi con paesi terzi, come taiwan e corea.

ma - ha continuato - dobbiamo perseguire l'idea di una convenzione per la gestione delle risorse del mediterraneo. il tema sarà affrontato nella conferenza di barcellona del 26-28 novembre. spero bene. a regolamentare lo sforzo di pesca nel nord atlantico ci siamo arrivati". quanto al regolamento ue 16/26 sulle misure del pescato, criticato dalle marinerie adriatiche per le taglie minime previste, bonino lavora per un regime transitorio. il commissario ha poi lamentato che le regioni - specie sicilia, sardegna, calabria e campania - trascurano i fondi ue per il settore. "è uno spreco: ci sono 45.000 miliardi fino al '99, ne abbiamo chiesti 3.000".

 
Argomenti correlati:
commissario
unione europea
pesca
ansa
mediterraneo
fondi strutturali
stampa questo documento invia questa pagina per mail