Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
dom 16 giu. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Lista Pannella Riformatori
Pannella Marco - 17 dicembre 1993
Lettera a tutti i parlamentari
di Marco Pannella

SOMMARIO: Invita ad essere presenti ai due giorni della Convenzione del "Movimento di lotte civili, Club Pannella, ecc...", che costituiranno l'occasione per esercitare "un minimo di preveggenza e di prudenza", con l'obiettivo di preparare un "appuntamento politico-istituzionale" per il 1995, che sia prova di appello ad "eventuali sconfitte". Per le elezioni, "una prima selezione" dovrà essere fatta fra chi non è interessato e chi invece darà seriamente una mano al progetto: poi si vedrà...Pone il quesito se Occhetto, D'Alema, ecc., saranno disposti a farsi da parte qualora ricevesero un avviso di garanzia; invita infine ad iscriversi al PR, al Movimento, ecc.

-----------------------

Caro

mercoledì 22 dicembre a partire dalle ore 15.00 e giovedì 23 dalle ore 9.00 si terrà nella Auletta dei Gruppi una seconda sessione della Convenzione del "Movimento di lotte civili, ambientaliste e per la Riforma"- Club Pannella,"per il Partito Democratico".

Faremo il punto sull'iniziativa referendaria in corso, le caratteristiche che ha assunto, le possibilità di farcela, e le eventuali connessioni con la situazione politico-elettorale.

Mi sembra che tutti, o quasi, vadano avanti alla giornata, più reagendo che agendo, almeno fra i nostri colleghi.

Ho cercato e sto cercando di esercitare anche un minimo di preveggenza e di prudenza. Di questo, in definitiva, si tratta quando cerchiamo di guadagnare un appuntamento politico-istituzionale per la primavera del 1995, di alto profilo, se possibile facendone l'occasione per rovesciare l'andamento negativo delle cose, se dovesse proseguirsi ed aggravarsi.

E se non si è capaci di preveggenza, di prudenza, di preparare prove di appello ad eventuali sconfitte o prove negative, se si resta indifferenti dinanzi alla possibilità di offrire anche al Paese occasioni preziose di equilibrio e di riforme limpide e coraggiose, anche in momenti in cui si appare disarmati o in gravi difficoltà, non si è semplicemente in condizioni di fare politica.

Per questo, con franchezza, a chi mi chiede cosa intendo fare per le prossime elezioni, rispondo che una prima selezione sarà serio farla innanzitutto fra chi non è interessato al progetto referendario (ripeto: si può anche preannunciare o decidere domani che si voteranno tredici "no"; ma si tratta di assicurare al paese quell'appuntamento, e che il prossimo Parlamento debba operare tenendolo presente) o si limita a "firmare", da una parte, e chi avrà invece concorso alla riuscita dell'iniziativa con una mobilitazione seria, consistente, evidente, dall'altra. Non vi sono più di dieci giorni al massimo, forse quindici, per farlo.

Poi, fra questi, potremo interrogarci se questa battaglia condotta insieme ci consente di meglio configurarne un'altra. Non credo affatto che ci si debba rassegnare alle attuali ipotesi, o convinzioni: anche "a sinistra" nulla è deciso, è obbligato, è vincente. Lo spartiacque è e sarà un altro.

Intanto occorrerà, per esempio, acquisire fra le varie forze politiche, i mass media, una chiarezza: alle prossime elezioni se Occhetto, D'Alema, io stesso, avremo avuto anche noi "avvisi", o mandati vari, potremo egualmente presentarci, o no? Se no, no. Ma se sì, qualche problemino, mi pare, si apre per i linciati, i defenestrati, e occorrerà entrare un po' più nel merito. Io ritengo di avere qualche titolo, eventualmente, per farlo. E sono disposto a tentare di farlo. Fermo restando che sarei molto interessato, invece, alla prima soluzione. Mi divertirebbe di più, oltre tutto.

Mi permetto anche di ricordare altre "sedi" di incontro, di preveggenza, di prudenza, se non anche di dover essere per molti. Il Partito Radicale, forte nel 1993 di circa 200 di noi, il cui tesseramento 1994 è aperto da un mese; la Convenzione Democratica; o, ancora, il Movimento dei Club. Nessuno di questi luoghi è di per sè salvifico; d'accordo. Ma dare una mano perchè esistano e in una misura o l'altra abitarli può non esser meno utile di tanti altri che, di volta in volta, vanno per la maggiore.

Spero di non averti annoiato o rubato una volta di più il tuo tempo. Ti prego, in ogni modo, di scusarmi e di accettare i miei migliori auguri per il nuovo anno, per te, per coloro che ti sono cari e ai quali lo sei.

Un cordiale saluto.

(Marco Pannella)

P.S. Per l'adesione o il preannuncio di presenza alla Convenzione puoi chiamare la segreteria del Gruppo Federalista Europeo ai seguenti numeri: 6760-3311/9592/9338, fax 6781904.

P.S. 2. Per informazioni per la raccolta delle firme sui referendum, in particolare per avere i moduli, puoi chiamare al sede del Comitato di Coordinamento per i 13 Referendum in Via Pozzo delle Cornacchie 55, tel. 6892682-3, chiedendo di Vito o di Luciana, oppure puoi parlare con Calderisi al Gruppo Federalista Europeo.

P.S. 3. Per iscriverti al Partito Radicale e/o al Movimento dei Club Pannella per il Partito Democratico puoi chiamare il 689791 e chiedere di Rita Bernardini.

 
Argomenti correlati:
partito democratico
elezioni
occhetto achille
referendum
stampa questo documento invia questa pagina per mail