Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mar 21 mag. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Lista Pannella Riformatori
Corriere della sera - 12 gennaio 1995
TARADASH: E' SANTA INQUISIZIONE
MANCINI: CHI SFIDA I MAGISTRATI

SOMMARIO: Informa sulle reazioni manifestate dopo le accuse rivolte a Tiziana Maiolo per aver chiesto informazioni sulle condizioni di un detenuto sospettato di appartenere alla 'ndrangheta."

(Corriere della Sera, 12 gennaio 1995)

Diventa rovente la polemica sul "caso Maiolo". "Nessun rapporto con la'ndragheta - precisa il presidente della Commissione di Vigilanza Rai, Marco Taradash - nessuna nefandezza. Tutto si è svolto in maniera molto più semplice, e più turpe, almeno agli occhi della Santa Inquisizione di certi giornalisti e magistrati. L'interrogazione era frutto di una delle innumerevoli visite in carcere degli esponenti radicali, riformatori o antiproibizionisti". Rincara la dose Marco Pannella: "Rivendico con fierezza quel che ci viene scagliato contro da chi appartiene alla cultura di chi cercò di assassinare Enzo Tortora". Caustico anche Giacomo Mancini, sospeso dalla carica di sindaco di Cosenza perché rinviato in giudizio per concorso in associazione mafiosa.

"Mi sento responsabile delle accuse contro la Maiolo e le chiedo scusa. A Reggio Calabria le cose vanno così: se si commette l'imprudenza di giudicare un magistrato della Procura antimafia subito un pentito mette le cose a posto. L'on. Maiolo mi difese, ora è sotto accusa".

Per Tiziana Parenti, presidente dell'antimafia, la Maiolo "ha sempre manifestato le sue perplessità sul fatto che l'art. 41 bis corrisponda ai diritti della persona tutelati dalla Costituzione. Ognuno interpreta poi a modo suo, anche cattivo, parole e intenzioni altrui". Invece il segretario della stessa commissione, Niki Vendola (Rifondazione Comunista), dice che presenterà richiesta "affinché Maiolo, Sgarbi e Taradash vengano ascoltati dalla commissione. Tutti e tre sono il cuore del partito dei falsi diritti civili".

 
Argomenti correlati:
maiolo tiziana
giustizia
taradash marco
mafia
stampa questo documento invia questa pagina per mail