Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
lun 17 giu. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Lista Pannella Riformatori
Zuffa Grazia - 29 agosto 1995
LA CANAPA D'AUTUNNO
29 agosto 1995

di Grazia Zuffa (presidente del Forum-droghe)

IL MANIFESTO

SOMMARIO. Sull'onda emotiva dell'iniziativa radicale e di Marco Pannella, annuncia iniziative del Forum-droghe per l'autunno 1995

Con il "gesto" di Porta Portese della scorsa domenica, Marco Pannella ritorna dunque all'antica passione antiproibizionista. Tutto è bene ciò che finisce bene, se questo servirà a sollecitare la discussione parlamentare sulla legalizzazione della cannabis.

Ma mentre ultimamente Pannella si dedicava, insieme al Cora (Coordinamento radicale antiproibizionista), a strane trasferte in pompa magna a San Patrignano (con Muccioli che li accoglieva tuonando perfino contro la riduzione del danno), la battaglia contro i fatti e i misfatti della proibizione non si è per questo fermata: la proposta di legge sulle droghe leggere, attualmente in discussione alla camera, fa parte del pacchetto di leggi che il Forum-droghe aveva chiesto di sottoscrivere ai parlamentari, all'indomani delle ultime elezioni.

Dal referendum '93

Il Forum-droghe è nato due anni fa - quale coordinamenti di personalità, gruppi, associazioni - dall'incontro tra forze che si erano battute contro l'ideologia punitiva e parte del movimento antiproibizionista.

L'obiettivo era di elaborare un assetto legislativo compiuto, sulla via aperta dal referendum del '93: per sostenere le strategie di riduzione del danno, compresa la sperimentazione di somministrazione di eroina ai tossicodipendenti, per legalizzare la cannabis, per eliminare le sanzioni amministrative per i consumatori di droghe (e non solo per quelle leggere, come propone il referendum radicale).

Ma non ci si è limitati a elaborare proposte di legge. Nella prima assemblea nazionale che si è tenuta a maggio a Roma, si è deciso di "promuovere" il Forum-droghe a associazione, per allargare le adesioni e la partecipazione e dar vita a un movimento di cittadini e cittadine "per il contenimento dei danni, per i diritti, contro la proibizione".

Tra i fondatori della nuova associazione figurano parlamentari (Luigi Saraceni, Ersilia Salvato, Franco Corleone, Luigi Manconi), esponenti del sindacato (Betty Leone, Luigi Agostini), e delle associazioni (Massimo Campedelli e Sergio Segio del Gruppo Abele, Vittorio Agnoletto della Lila, Giovanni Devastato del Cenca, Mauro Palma di "Antigone"). Nel documento programmatico si mostra la necessità di un movimento "per raccogliere una diffusa disponibilità sociale a sperimentare nuove forme di convivenza conflittuale con le droghe".

"La questione droghe si intreccia alla più generale battaglia sui diritti di cittadinanza, poiché essa diventa cruciale per interpretare l'ipertrofia del sistema penale: ci si affida al valore simbolico del divieto per erigere uno steccato che separi la società che si autoproclama 'sana' da quella 'malata' e 'deviante'", recita ancora il documento.

I fatti recenti di Riccione e la vera e propria persecuzione cui sono sottoposti i centri sociali, Leoncavallo in testa, grazie alla legislazione cosiddetta anti-droga, sono l'ennesima riprova della giustezza dell'analisi e dell'assoluta urgenza di una battaglia "umanitaria e liberatoria insieme, per rifondare un sistema solidarista rispettoso dell'autonomia individuale".

La legalizzazione della cannabis ha, sotto questo aspetto, un significato dirompente, e non a caso è emersa una larga sintonia con gli interlocutori, specie i giovani, negli incontri cui il Forum-droghe ha partecipato in tutta Italia negli ultimi mesi.

L'impegno d'autunno

La campagna d'autunno dell'associazione a sostegno della legge si intitola "Intessiamo un discorso sulla canapa" e culminerà a Torino con un convegno il 7 ottobre, e una manifestazione concerto il 14, per festeggiare (simbolicamente) il "raccolto" e (più concretamente) la "raccolta" di energie e adesioni (in spirito, attività e vile denaro) alla iniziativa.

Vogliamo giungere a questo appuntamento con una prima pattuglia di mille, entusiasti tesserati, presentando al contempo il numero zero del nostro foglio mensile di informazione (gentilmente "cangurato" da Narcomafie). Volete darci una mano? Sicuramente vi prenderemo il braccio. Per informazioni si può telefonare al numero 06-67604453.

 
Argomenti correlati:
referendum
forum-droghe
hashish
stampa questo documento invia questa pagina per mail