Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
dom 23 giu. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Nessuno Tocchi Caino
Parlamento Europeo - 13 giugno 1991
Eventuale ripristino della pena di morte in Brasile

Il Parlamento europeo,

A. considerando che durante la sessione di giugno 1991 il Senato e la Camera dei deputati del Brasile saranno chiamati a votare un emendamento alla costituzione che prevede il ripristino della pena di morte per vari reati di diritto comune e che la relativa decisione sarà sottoposta a referendum,

B. ricordando che l'ultima esecuzione capitale in Brasile è stata eseguita nel 1855, che la pena di morte è stata cancellata dal codice penale brasiliano nel 1890 e che la sua abrogazione è stata sancita dalla costituzione del 1988,

C. visti gli articoli 3 e 4 della Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo e rammentando il voto del Brasile all'Assemblea generale delle Nazioni Unite nel dicembre 1989 a favore dell'adozione del Secondo protocollo facoltativo al Patto internazionale sui diritti civili e politici, il primo trattato internazionale volto all'abolizione della pena di morte,

D. considerando che la pena di morte è un castigo crudele, disumano e degradante che getta ombra su quanti intervengono nel processo così come sulla società stessa e che la reintroduzione della pena di morte in qualsivoglia paese è contraria alla tendenza universale all'abolizione della stessa sia nella pratica che nel diritto,

E. considerando che una materia quale la pena di morte non dovrebbe mai formare oggetto di referendum, ancor più in una situazione come quella in cui si trova il Brasile,

F. ricordando le sue precedenti prese di posizione per una vigorosa opposizione alla pena di morte,

1. denuncia il tentativo di reintrodurre nella costituzione brasiliana la pena di morte per i reati di diritto comune;

2. rivolge un appello al Senato e alla Camera dei deputati del Brasile affinché compiano quanto in loro potere per evitare tale reintroduzione;

3. chiede alla Commissione e al Consiglio di impiegare tutti i mezzi politici e diplomatici di cui dispongono e di adoperarsi a tutti i livelli affinchè in Brasile non venga ripristinata la pena di morte;

4. incarica il suo Presidente di trasmettere la presente risoluzione alla Commissione, al Consiglio, alla Cooperazione politica europea, al presidente del Brasile e ai presidenti del Senato e della Camera dei deputati del Brasile.

 
Argomenti correlati:
pena di morte
risoluzione
stampa questo documento invia questa pagina per mail