Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
lun 27 mag. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio PE
Parlamento Europeo - 10 ottobre 1991
Diritti umani in Albania

Il Parlamento europeo, considerando lo sciopero della fame di 91 ex prigionieri politici cominciato il 21 settembre 1991 al club sportivo "17 novembre" di Tirana,

considerando i 45 anni di repressione stalinista vissuti dal popolo albanese, durante i quali l'arresto arbitrario e la tortura erano strumenti politici utilizzati quotidianamente,

esprimendo costernazione per il rifiuto del governo albanese di fornire alloggi agli ex prigionieri politici, anche dopo il loro rilascio grazie all'amnistia,

essendo consapevole della situazione economica catastrofica dell'Albania e del gran numero di richieste legittime a fronte degli scarsi fondi a disposizione del governo,

esprime tutta la sua solidarietà a coloro che partecipano allo sciopero della fame per le sofferenze cui sono stati esposti sia prima del cambio di governo sia dopo le amnistie recentemente concesse ai prigionieri politici;

sostiene con vigore le cinque richieste avanzate da dette persone, ossia

una dichiarazione da parte delle autorità albanesi che essi, in quanto prigionieri politici, non si sono macchiati di alcuna colpa;

la concessione di una compensazione finanziaria per gli anni trascorsi in prigione e per qualsiasi derivante perdita di proprietà;

la concessione di un lavoro;

l'assegnazione di un alloggio nel loro luogo di provenienza;

il diritto a un'istruzione normale per i loro figli;

si felicita per l'atteggiamento comprensivo del governo albanese nei confronti di tali richieste, in particolare per quanto riguarda la dichiarazione della non colpevolezza dei prigionieri politici;

invita la Comunità ad adottare al più presto un programma per la costruzione di alloggi destinati agli ex prigionieri politici albanesi ad integrazione degli altri programmi di aiuto umanitario e di assistenza tecnica;

incarica il suo Presidente di trasmettere le presente risoluzione alla Commissione, al Consiglio, ai governi degli Stati membri e al governo albanese, nonché all'associazione degli ex prigionieri albanesi.

 
Argomenti correlati:
albania
prigionieri politici
stampa questo documento invia questa pagina per mail