Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
gio 23 mag. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio PE
Parlamento Europeo - 12 marzo 1992
La violazione di diritti umani in Iran

Il Parlamento europeo,

A. ricordando la sua risoluzione del 18 aprile 1991

concernente le flagranti violazioni dei diritti dell'uomo in

Iran e le attività terrostiche del regime iraniano in Europa,

B. profondamente preoccupato per il drammatico aumento delle

esecuzioni ufficialmente annunciate ed eseguite in pubblico e

per l'arresto di 298.112 persone nel 1991,

C. profondamente preoccupato per l'arresto di molti testimoni e

vittime di violazioni dei diritti umani che hanno tentato di

fornire la propria testimonianza al CICR di Teheran negli

ultimi mesi e in particolare il 12 dicembre 1991,

D. considerando che le violazioni dei diritti umani in Iran si

traducono anche in discriminazioni etniche e sessiste, dando

luogo in particolare all'emarginazione delle donne nell'accesso

all'insegnamento e al mondo del lavoro,

E. deplorando il costante aumento delle attività terroristiche del

regime iraniano al di fuori dell'Iran tramite le sue missioni

diplomatiche, in particolare il fallito complotto per

assassinare Massout Rajavi, il capo della resistenza iraniana,

F. costernato per i continui atti vessatori ai danni del corpo

diplomatico svizzero a Teheran, compiuti dal regime di

Rafsanjani in risposta all'arresto di un addetto

dell'ambasciata iraniana a Berna per presunto coinvolgimento in

attività terroristiche,

G. preoccupato per la continua minaccia di morte che grava su

Salman Rushdie, pena decretata da Khomeini e mantenuta da

Khamenei e Rafsanjani,

1. invita la Cooperazione politica europea a condannare le gravi

e sistematiche violazioni dei diritti dell'uomo in Iran e in

particolare il crescente numero di esecuzioni sommarie e di

arresti arbitrari di massa di cittadini scontenti che hanno

preso parte a dimostrazioni e a proteste;

2. richiama l'attenzione sull'interrogazione presentata anche dal

gruppo CE alla 48a sessione della Commissione delle Nazioni

Unite per i diritti dell'uomo, in cui si condannano le

violazioni di tali diritti in Iran e si chiede che venga esteso

il controllo sulla situazione relativa ai diritti umani,

3. chiede al Consiglio di dedicare speciale attenzione al

deterioramento della situazione in Iran;

4. incarica il suo Presidente di trasmettere la presente

risoluzione al Consiglio, alla Cooperazione politica europea,

al Segretario generale delle Nazioni Unite e al presidente

della Commissione delle Nazioni Unite per i diritti dell'uomo.

 
Argomenti correlati:
risoluzione
diritti umani
stampa questo documento invia questa pagina per mail