Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mer 24 lug. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Agenzia Radicale - 13 gennaio 1968
(1) Oppressione sociale e repressione sessuale - CONVEGNO - TEATRO PARIOLI - Roma - Viale Parioli
Sabato 20 gennaio, ore 10 13, 16 19 / Domenica 21 gennaio, ore 9,30 13

SOMMARIO: Foglio di presentazione del convegno su "Oppressione sociale e repressione sessuale" organizzato dal Partito radicale..

(Agenzia Radicale, n. 145 - 13 1 1968)

Nel corso del dibattito verranno presentate le seguenti relazioni:

Fausto ANTONINI (docente di storia della filosofia Università di Roma): Psicogenesi dell'autoritarismo; Luca BONESCHI (avvocato), Felice ACCAME (giornalista); Carlo OLIVA (giornalista): La stampa erotica in Italia; Luigi DE MARCHI (pubblicista, sessuologo): Struttura caratteriale e struttura sociale; Ignazio MAIORE (psicanalista, psichiatra): Osservazioni psicanalitiche sul tema; Mauro MELLINI (avvocato): Repressione sociale e strumenti di potere clericale; Federico NAVARRO (neuropsichiatra): Rapporti madre-figlio nel contesto socio culturale attuale; Maria RICCIARDI RUOCCO (docente di Pedagogia, Università di Roma): Protesta giovanile e autoritarismo; Tullio SEPPILLI (direttore istituto Antropologia culturale, Università di Perugia): Sistema sociale, atteggiamento verso il sesso e struttura del potere; Franco VALOBRA (giornalista): Il falso erotismo.

COMITATO Dl PRESIDENZA

Prof. Lamberto BORGHI; avv. Franco DE CATALDO; on. Loris FORTUNA; avv. Manlio GARDI; on Simone GATTO; on. Matteo MATTEOTTI; Alberto MORAVIA; prof. Cesare MUSATTI; dr. Marco PANNELLA; dr. Gabriella PARCA; prof. Luigi RODELLI; Cesare ZAVATTINI; dr. Marcello MANCINl; on. Veraldo VESPIGNANI; prof. Giuseppe MONTALENTI.

Sul problema, quello della libertà sessuale, delle strutture portanti repressive e sessuofobiche (clericali innanzitutto), già da tempo pensavamo ad organizzare una grande manifestazione che consentisse di aprire un dialogo nuovo e spregiudicato con le componenti della nostra società, quelle giovanili soprattutto, più sensibili e più interessate al problema.

Per questo, il successo del convegno »Oppressione sociale e repressione sessuale sarà tanto maggiore quanto più vi sarà partecipazione attiva alla organizzazione e al dibattito dei giovani, ai quali d'altra parte non si può non riconoscere il merito di avere, specie in questi ultimi tempi, messo in atto seri tentativi di contestazione del sistema e delle strutture sessuorepressive.

Ai giovani quindi ci rivolgiamo in primo luogo, ma anche a tutti coloro che in qualche misura si sentono interessati e coinvolti in una seria battaglia per la libertà sessuale perché contribuiscano al successo del convegno »Oppressione sociale e repressione sessuale .

IL COMITATO ORGANIZZATORE

 
Argomenti correlati:
liberazione sessuale
roma
stampa questo documento invia questa pagina per mail