Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mer 17 lug. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Partito radicale - 19 dicembre 1971
"UN PASSO AVANTI PER UNA CANDIDATURA LAICA"

SOMMARIO: L'intervento di Giuseppe Saragat costituisce un passo in avanti per giungere ad una candidatura laica; noi radicali riteniamo che ogni candidatura democristiana sia sostanzialmente antidemocratica e anticostituzionale: quindi di fronte alla deprecabile ipotesi dell'elezione di un democristiano alla carica di Presidente della Repubblica noi non potremo che considerarla come l'espressione di una realtà repressiva, violenta, clericale e classista.

Roma, 19 dicembre - Dalla Segreteria Nazionale del P.R.:

"L'intervento di Giuseppe Saragat e le reazioni che ha determinato costituisce, dopo la decisione del PRI, a quanto almeno sul piano ufficiale si sa delle intenzioni del PSI, un passo avanti per giungere ad una candidatura unitaria e laica. Ogni candidatura democristiana, contro quel che invece si viene parallelamente dichiarando, è sostanzialmente antidemocratica e anticostituzionale: la DC è infatti responsabile del ventennale sabotaggio della Costituzione repubblicana, ed è costantemente alla base di ogni tentativo reazionario, clericale, autoritario nel nostro paese, come le vicende Tambroni, quelle del SIFAR, quelle sul divorzio e sul concordato dimostrano. Non un suolo uomo, all'interno della DC, ha in queste occasoni aperatamente rotto la disciplina e la solidarietà di potere clericale. Non solo un uomo della DC, dunque, può essere contrabbandato come candidato repubblicano, progressista, costituzionale, laico.

Il Partito Radicale afferma che davanti alla elezione di un Presidente della Repubblica democristiano, i laici e i democratici non potranno che considerarlo come espressione di una realtà repressiva, violenta, clericale e classista, e impegnarsi per sconfiggere ogni forza politica responsabile di un tale deprecabile evento".

 
Argomenti correlati:
presidente della repubblica
saragat giuseppe
stampa questo documento invia questa pagina per mail