Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
gio 13 dic. 2018
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Notizie radicali - 15 marzo 1972
IL PROCESSO A PANNELLA PER "ISTIGAZIONE DEI MILITARI A DISOBBEDIRE ALLE LEGGI"

SOMMARIO: La II Corte di Assise giudicherà il giorno 3 il giornalista Marco Pannella per istigazione dei militari a disobbedire alle leggi, come si deduce da alcune frasi di un suo articolo contenuto in un supplemento a "Lotta Continua". Già alcuni parlamentari hanno preso posizione di fronte al Presidente della II Corte di Assise sottolineando che non è possibile in regime repubblicano vedere condannato un giornalista che esercita un suo legittimo diritto. Il PR rivolge un appello alle associazioni di categoria nazionali perché agiscano in questo senso.

(NOTIZIE RADICALI N. 153, 15 marzo 1972)

Roma, 1 marzo - La IIa Corte di Assise di Milano giudicherà il 3 corrente il giornalista Marco Pannella, della Giunta Nazionale Esecutiva del P.R., per istigazione dei militari a disobbedire alle leggi. Se riconosciuto colpevole egli rischia da tre a cinque anni.

Il Sostituto Procuratore della Repubblica di Milano, Alma, che alcuni anni fa tradusse in stato di arresto alcuni studenti radicali, Lorenzo e Andrea Strik-Leavers, imputati di analogo reato e assolti perché il fatto non costituiva reato, dopo circa quaranta giorni di carcere, ha rinviato a giudizio Pannella per alcune frasi contenute in un articolo di un supplemento di "Lotta Continua".

Pannella ha designato come difensori gli avv. Franco De Cataldo, Domenico Contestabile e Dino Bonzano.

Gli on. Fortuna, Scalfari, Bonea hanno già inviato al Presidente della IIa Corte di Assise telegrammi con i quali sottolineano che non è possibile in regime repubblicano considerare come un reato la rigorosa e chiara difesa dei diritti costituzionali sanciti dall'art. 21 della Costituzione, e di veder condannato un giornalista ad un cittadino che compie un doveroso atto volto a vanificare un'interpretazione autoritaria e incostituzionale della legge.

L'Ordine dei giornalisti dell'Emilia-Romagna ha anch'esso telegrafato la sua solidarietà a Marco Pannella.

Il Partito Radicale rivolge un pubblico appello all'Ordine Nazionale dei giornalisti, alla Federazione Nazionale della Stampa, al Movimento dei Giornalisti democratici perché prendano tempestivamente e chiaramente posizione, senza attendere ancora una volta una condanna per intervenire. Il P.R. ha chiesto a questi organismi di designare qualificati osservatori al processo.

 
Argomenti correlati:
antimilitarismo
lotta continua
stampa questo documento invia questa pagina per mail