Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mar 21 mag. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Notizie radicali - 1 aprile 1972
MISURE PERSECUTORIE CONTRO ROBERTO CICCIOMESSERE A PESCHIERA

SOMMARIO: La Direzione Nazionale del PR denuncia pubblicamente il fatto che Roberto Cicciomessere, detenuto in cella di isolamento unitamente ai suoi due compagni sin dal 13 marzo, in attesa di processo nel carcere militare di Peschiera, è vittima di misure persecutorie utilizzate allo scopo di costringerlo a reazioni che consentirebbero ulteriori accuse.La Direzione denuncia anche il fatto che nel carcere di Peschiera nell'ultimo periodo ben cinque detenuti hanno tentato il suicidio e che molti altri , dopo "trattamenti" nel penitenziario vengono posti in congedo illimitato o riformati per motivi psichici che non risultavano precedentemente.

(NOTIZIE RADICALI n. 156, 1 aprile 1972)

Roma, 25 marzo - Roberto Cicciomessere, della Direzione Nazionale e ex segretario nazionale del PR e segretario nazionale organizzativo della LID, detenuto in attesa di processo nel carcere militare di Peschiera, è attualmente vittima di particolari misure persecutorie e vessatorie, nell'evidente intento di costringerlo a naturali e giuste reazioni che permetterebbero ulteriori processi e gravissime accuse.

La Direzione Nazionale del PR denuncia pubblicamente il fatto che, in un breve periodo, a Peschiera almeno cinque detenuti hanno tentato di suicidarsi e che sempre più numerosi sono i giovani che, dopo i "trattamenti" loro riservati nel penitenziario, vengono posti in congedo illimitato o riformati per motivi psichici - che non risultavano esistenti né precedentemente alla loro chiamata alle armi, né alla visita medica militare.

Cicciomessere è stato tenuto pressoché ininterrottamente in cella di isolamento sin dal 13 marzo, giorno della sua traduzione nel penitenziario militare, unitamente ai suoi due compagni Gianni Rosa e Valerio Minnella.

Il comandante del carcere ha giustificato il provvedimento in base ad una norma del regolamento militare risalente al 1917!

I tre compagni hanno anche iniziato uno sciopero della fame.

La Direzione Nazionale del PR invita la stampa cosiddetta democratica ed in particolare i giornali "antifascisti" il Giorno e l'Avanti a segnalare e informare i propri lettori di questo grave episodio.

La Direzione invita inoltre tutti i compagni che sono stati detenuti a Peschiera e in altri stabilimenti di pena militari a segnalare tutti gli episodi relativi a metodi fascisti e persecutori dei quali sono stati vittime e testimoni, in vista del necessario processo anche giudiziario, di una indegna e ignobile situazione dove abusi di ufficio, violenza e sequestro di persone non mancano di configurarsi come ipotesi di reato da prendersi immediatamente in considerazione.

 
Argomenti correlati:
carcere
cicciomessere roberto
stampa questo documento invia questa pagina per mail