Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
dom 21 lug. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Sciascia Leonardo, Buzzati Traverso Adriano, Benvenuto Giorgio, Mattina Enzo, Ferrarotti Franco, Pintor Luigi, Arnao Giancarlo, Terzian Hayr - 30 gennaio 1980
L'appello: "subito una legge per non morire,,

SOMMARIO: E' qui riportato l'appello radicale perchè la legge 685 vada subito sostituita o radicalmente modificata. Segue l'elenco dei primi cento firmatari.

(ARGOMENTI RADICALI, BIMESTRALE POLITICO PER L'ALTERNATIVA, Novembre 1979 - Gennaio 1980, N. 14)

Il problema dell'eroina rischia, come qualcuno prevedeva e molti temevano, di diventare un problema marginale: se n'è parlato molto, non si è fatto niente per risolverlo, e infine non se ne parla più. Il ministro della Sanità dopo le sensazionali dichiarazioni di fine estate continua a "studiare" il problema senza avere il coraggio di affrontarlo seriamente. La stessa stampa dopo l'allarme autunnale dedica ormai alla questione scarni bollettini di guerra annunciando le morti sempre più numerose.

L'opinione pubblica e i partiti tendono a dimenticare e ad esorcizzare il problema nascondendosi dietro altre e più gravi preoccupazioni: la questione dell'eroina così passa fra i mali minori, endemici.

In realtà uno Stato che si dimostra indifferente (ma forse non è impotente) nei confronti di un fenomeno che riguarda più di centomila persone e comincia ad uccidere non più a decine ma a centinaia, si rivela anche su questo »piccolo problema, incapace di essere al servizio dei cittadini, soprattutto dei più deboli.

Per questo crediamo che l'attuale legge 685 vada subito sostituita o radicalmente modificata; e riteniamo importante l'iniziativa presa da un gruppo di deputati radicali e socialisti.

Tale iniziativa lacera in modo concreto il silenzio che intorno al problema della droga si vuole creare: e lo lacera con un fatto capace di mettere in moto un cambiamento della situazione, con una proposta di legge.

Il progetto di legge presentato, aperto a modifiche e a contributi costruttivi, contiene alcuni principi originali e sostanziali: la difesa contro la morte; l'attacco al mercato nero; il diritto alla salute e alla libera scelta; la liberazione di centinaia di giovani condannati per l'uso di sostanze (quali i derivati della cannabis) assai meno nocive di altre, pure legali.

Chiediamo che le forze politiche si assumano la loro responsabilità. Chiediamo, indipendentemente dal giudizio di merito, che il Parlamento discuta subito la proposta di legge sulla droga.

I primi cento firmatari dell'appello

"Leonardo Sciascia, Adriano Buzzati Traverso, Giorgio Benvenuto (segretario generale UIL), Enzo Mattina (segretario nazionale FLM), Franco Ferrarotti, Luigi Pintor (Il Manifesto), Giancarlo Arnao, Hayr Terzian, Marco Margnielli, Rosalba Terranova, Pierluigi Cornacchia, Guido Blumir, Roberto Pizzò, Marco Lombardo Radice, Maria Lizza, Michele Risso, Luigi Del Gatto, Luigi Bonito, Miretta Cugli, Graziana Delpierre e Matteo di Capua (dell'Associaziane Autoregolamentazione Stupefacenti); Carlo Fiordaliso (segretario generale UIL-sanità); magistrati: Michele Coiro, Gaetano Dragotto, Gabriele Cerminara, Aurelio Galasso, Franca Marrone, Franco Misiani, Riccardo Morra, Giuseppe Salmé, Luigi Saraceni, Aldo Vittozzi, Gianni Vattimo, Angelo Pezzana (FUORI), Angiolo Bandinelli (cansigliere comunale radicale di Roma), Giuseppe Ramadari (consigliere provinciale radicale di Roma), Francesco Rutelli (segretario PR Lazio), Franco Corleone (segretario PR Lombardia), Enzo Francone (segretario PR Piemonte), Rita Cenni (segretari

o PR Emilia), Sandra Dionisio (segretario PR Campania), Paolo Manzi (segretario PR Puglie), Aligi Taschera, Angelo Foschi (coordinamento nazionale droga del PR): Angelo Panebianco, Lorenzo Strik Lievers, Mercedes Bresso, Enzo Belli Nicoletti (Argomenti Radicali); Paolo Hutter (Radio popolare di Milano), Federico Mancini, Guido Martinotti, Paolo Flores D'Arcais (centro Mondoperaio, Roma), Giaime Pintor, Ernesto Galli della Loggia, Tina Lagostena Bassi, Nina Marazzita, Roberto Villetti (Avanti!) Enrico Boselli (segretario nazionale FGS), Enrico Mentana (vice-segretario FGS), Beppe Attene (vice-segretario nazionale ARCI); della redazione de L'Europeo: Lauretta Colonielli, Letizia Maraini, Lauro Ballio, Fiamma Arditi, Alvise Sapori, Maria Giulia Minetti, Ludovico Ripa di Meana, Pasquale Chessa, Angelo Virdò, Antonella Riccio, Barbara Palombelli, Roberto Chiodi, Giuseppe Catalano, Corrado Incerti, Michele Dzieduszycki, Gioncarlo Mazzini, Paolo Oietti, Maria Adele Teodori, Franco Scaglia (Radiocorriere), Borbara A

Iberti (scrittrice), Amedeo Pagani, Monique Husson (ANSA ), Marina Mogaloi (GR3), Margareta Steinby, Francesco Dambrosio, Elena Marinucci, la redazione di Lotta Continua, Felice Piersanti, Lidia Ravera, Mariella Gramaglia, Massinmo Miniero e Gruppo di intervento sulle farmaco-dipendenze di Napoli; Fiamma Nirenstein, Silvio Pergameno, Gianpiero Borella (giornalista)".

 
Argomenti correlati:
droga
appello
stampa questo documento invia questa pagina per mail