Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
dom 21 lug. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Il Messaggero, Galante Garrone Alessandro, Bonino Catterina - 29 marzo 1980
(7) Pasqua a Roma contro lo sterminio per fame
Aderiscono i sindaci di Venezia Pordenone e Trieste.

Pavia verrà col gonfalone

SOMMARIO: Le adesioni all'appello di Marco Pannella per fermare lo sterminio per fame in atto nel sud del mondo e alla marcia di Pasqua.

(IL MESSAGGERO 29 marzo 1980)

(L'adesione dei sindaci alla "Marcia per la pace e per la vita" la mattina di pasqua a San Pietro sta diventando di giorno in giorno un "fatto" più importante. I primi ad aderire erano stati i sindaci socialisti di Pavia e di Genova, poi si sono aggiunti quelli di Roma, Torino e Bologna. Ora è la volta di Venezia (sindaco Mario Rigo), Trieste (la Giunta comunale) e Pordenone (sindaco Giancarlo Rossi). Ecco i loro telegrammi di adesione.

Trieste: "Giunta comunale di Trieste ha deciso all'unanimità nella riunione del 26 marzo '80 totale adesione all'iniziativa in corso contro lo sterminio per fame nel mondo".

Venezia: "Mando la mia adesione alla marcia per la pace e per la vita. La lotta contro la fame deve costituire un impegno per tutti i democratici".

Pordenone: "Aderisco all'appello di Marco Pannella perché è un problema che riguarda anche i cattolici".

Intanto la Giunta di Pavia ha precisato la propria adesione, trasmessa ieri l'altro: "La Giunto comunale - dice un telegramma - ha approvato l'adesione del Comune di Pavia alla mobilitazione che si svolgerà e Roma nella settimana di Pasqua. Il giorno 6 aprile il sindaco Elio Veltri e una delegazione della città parteciperanno alla marcia portando il Gonfalone. L'obiettivo della marcia è quello di stabilizzare le massime autorità civili e religiose ad un problema di così vasta portata come quello della fame nel mondo".)

----------

Galante Garrone

Merito della speranza

In una società che vede ogni giorno umiliati dalla sopraffazione e dalla violenza i valori umani, la lotta per la vita, e contro la morte di milioni di esseri umani, deve trovare uniti, e attivi, migliaia di laici e cristiani. Aderisco alla marcia di Pasqua: se non di più, essa avrà almeno il merito di ridarci momenti di fiducia e speranza.

Alessandro Galante-Garrone

Catterina Bonino

Seguo mia figlia

Mo sono sempre allarmata e preoccupata quando mia figlia mi comunicava di aver cominciato un nuovo digiuno soprattutto quando condividevo le sue motivazioni ed ero d'accordo con le sue ragioni perché pensavo che era terribile dover arrivare a queste forme di lotta per affermare un minimo di verità e di giustizia in questo paese. Ma essendo a Roma in questi giorni seguendo la campagna del "Messaggero" contro lo sterminio per fame, campagna che i radicali da soli portano avanti con testardaggine da più di un anno ha pensato: io donna cattolica, casalinga, che non ha mai fatto politica cosa posso fare? E mi sono trovata effettivamente disorientata, avendo a disposizione solo mi stessa e così ho deciso: digiunerò anch'io, marcerò anch'io, anche se mi sembra così strano andare ad una manifestazione. Non l'ho mai fatto. Ma domenica ci sarò e mi auguro che tutte le mamme magari di figli impegnati in politica e che l'hanno sempre sentita solo di riflesso scendano in piazza; sarà anche un modo diverso e forse più ver

o di vivere con i figli.

Catterina Barge Bonino

I telegrammi

- Aderisco all'appello di Marco Pannella contro lo sterminio per la fame nel mondo deplorando l'inerzia del Governo e delle altre forza di sinistra - Camilla Cederna.

- E' persino imbarazzante che si chieda così poco per risolvere un problema così grave e così appartenente a tutti gli uomini non solo povero ma anche ricchi. Ci auguriamo che si possa trovare la maniera di fare meglio e di più. Poiché sin dall'inizio della vita si è sentito dire che chi è sano di corpo lo è anche di mente, è così che gli uomini soddisfatti nel corpo potrebbero dedicarsi maggiormente alla salute dello spirito - Carla Fracci e Beppe Menegatti.

- Aderisco alla lettera di Marco Pannella pubblicata sul "Messaggero" perché esploda la pace e muoiano la fame e la guerra - Gabriella De Martini, insegnante

- Vuotate gli arsenali, riempite i granai. Dò la mia adesione all'appello di Marco Pannella - Jacopo Omnis, ricercatore

- Aderisco all'appello di Marco Pannella per l'applicazione immediata e senza finzioni di tutti i trattati internazionali fino ad oggi stipulati al fine dell'eliminazione della morte per fame nel mondo - Franco Bellisai, cancelliere capo Corte d'appello di Cagliari.

 
Argomenti correlati:
marcia
pannella marco
digiuno
stampa questo documento invia questa pagina per mail