Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
lun 22 lug. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Acquaviva Sabino, Aglietta Adelaide, Ajello Aldo, Ambrosini Gianluigi, Baget Bozzo Gianni, Boato Marco, Bonino Emma, Cases Cesare, Cederna Camilla, Cicciomessere Roberto, Deaglio Enrico, del Buono Oreste, Ferrajoli Luigi, Flores d'Arcais Paolo, Fois Sergio, Fortini Franco, Frasca Salvatore, Galli della Loggia Ernesto, Melega Gianluigi - 1 marzo 1981
LA PELLE DEL D'URSO: (13) L'appello di intellettuali, deputati e giornalisti (24 dicembre)

SOMMARIO: L'azione del Partito radicale per ottenere la liberazione del giudice Giovanni D'Urso rapito dalle "Brigate rosse" il 12 dicembre 1980 e per contrastare quel gruppo di potere politico e giornalistico che vuole la sua morte per giustificare l'imposizione in Italia di un governo "d'emergenza" costituito da "tecnici". Il 15 gennaio 1981 il giudice D'Urso viene liberato: "Il partito della fermezza stava organizzando e sta tentando un vero golpe, per questo come il fascismo del 1921 ha bisogno di cadaveri, ma questa volta al contrario di quanto è accaduto con Moro è stato provvisoriamente battuto, per una volta le BR non sono servite. La campagna di "Radio Radicale che riesce a rompere il black out informativo della stampa.

("LA PELLE DEL D'URSO", A chi serviva, chi se l'è venduta, come è stata salvata - a cura di Lino Jannuzzi, Ennio Capelcelatro, Franco Roccella, Valter Vecellio - Supplemento a Notizie Radicali n. 3 - marzo 1981)

L'appello di intellettuali, deputati e giornalisti (24 dicembre)

``Le Brigate Rosse hanno rapito Giovanni D'Urso, magistrato della Corte di Cassazione.

I sottoscritti, provenienti da cultura e orientamenti politici diversi, si trovano concordi nel rivolgere un appello affinché:

Trasparenza e responsabilità

1) questa vicenda sia affrontata con il massimo di trasparenza e responsabilità nelle sedi istituzionali e non solo di vertici, che si configurerebbero in tal caso come corporazioni egemoniche di potere; nessuna decisione venga assunta in forma clandestina, in modo che l'esplicito tenga luogo del cosiddetto ``informale'';

2) non si escluda pregiudizialmente nessuna iniziativa umanitaria, quando esista l'eventualità che essa possa influire sulla salvezza del giudice D'Urso;

3) si proceda alla chiusura del carcere dell'Asinara nella serena consapevolezza non di cedere a un ricatto ma di attuare quanto riconosciuto giusto ed opportuno in piena libertà di coscienza, per adeguare l'esecuzione della pena ad una civiltà democratica che da Beccaria a Calamandrei ha già elaborato in proposito una civiltà giuridica''.

Sabino Acquaviva, sociologo; Adelaide Aglietta, deputato; Aldo Ajello, deputato; Gianluigi Ambrosini, magistrato; Gianni Baget Bozzo, scrittore, giornalista; Marco Boato, deputato; Emma Bonino, deputato; Cesare Cases, docente universitario; Camilla Cederna, giornalista; Roberto Cicciomessere, deputato; Enrico Deaglio, redazione Lotta Continua; Oreste del Buono, scrittore; Luigi Ferrajoli, giurista; Paolo Flores d'Arcais, docente universitario; Sergio Fois, giurista; Franco Fortini, scrittore poeta; Salvatore Frasca, deputato; Ernesto Galli della Loggia, docente universitario; Gianluigi Melega, deputato; Giovanni Jervis, psichiatra; Alberto Lattuada, regista; Nino Marazzita, avvocato; Andrea Marcenaro, redazione Lotta Continua; Mauro Mellini, deputato; Giorgio Nebbia, docente universitario; Fiamma Nirestein, giornalista; Dario Paccino, giornalista; Mimmo Pinto, deputato; Giuseppe Rippa, deputato; Franco Roccella, deputato; Roberto Roversi, poeta; Eugenia Scarsanella, docente universitaria; Salvatore Sechi, st

orico; Gianfranco Spadaccia, senatore; Federico Stame, giurista; Sergio Stanzani, senatore; Angelo Tempestini, seg. PR del Lazio; Massimo Teodori, deputato; Alessandro Tessari, deputato; Sebastiano Timpanaro, docente universitario; Franco Travaglini, redazione Lotta Continua; Gianni Vattimo, docente universitario; Valter Vecellio, segreteria nazionale PR; Piero Vigorelli, giornalista; Giuliano Zincone, giornalista; Checco Zotti, redazione Lotta Continua.

 
Argomenti correlati:
brigate rosse
rapimento
informazione
asinara
libro
stampa questo documento invia questa pagina per mail