Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
dom 23 giu. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Sciascia Leonardo - 1 marzo 1981
LA PELLE DEL D'URSO: (29) Il primo appello di Leonardo Sciascia ai giornali (10 gennaio)

SOMMARIO: L'azione del Partito radicale per ottenere la liberazione del giudice Giovanni D'Urso rapito dalle "Brigate rosse" il 12 dicembre 1980 e per contrastare quel gruppo di potere politico e giornalistico che vuole la sua morte per giustificare l'imposizione in Italia di un governo "d'emergenza" costituito da "tecnici". Il 15 gennaio 1981 il giudice D'Urso viene liberato: "Il partito della fermezza stava organizzando e sta tentando un vero golpe, per questo come il fascismo del 1921 ha bisogno di cadaveri, ma questa volta al contrario di quanto è accaduto con Moro è stato provvisoriamente battuto, per una volta le BR non sono servite. La campagna di "Radio Radicale che riesce a rompere il black out informativo della stampa.

("LA PELLE DEL D'URSO", A chi serviva, chi se l'è venduta, come è stata salvata - a cura di Lino Jannuzzi, Ennio Capelcelatro, Franco Roccella, Valter Vecellio - Supplemento a Notizie Radicali n. 3 - marzo 1981)

Il primo appello di Leonardo Sciascia ai giornali (10 gennaio)

Avete per anni pubblicato comunicati e risoluzioni delle Brigate rosse e di altri movimenti eversivi accompagnandoli con notizie, inchieste ed analisi che non poco hanno contribuito ad una mitizzazione. Avete in questi ultimi giorni deciso di non pubblicare documenti diffusi dalle Brigate rosse, decisione che non ha moventi del tutto chiari ed è comunque discutibile. Ammesso che in futuro vogliate e possiate sostenerla, e noi faremo di tutto per farvela mantenere nei limiti più razionali e ragionevoli, oggi vi trovate di fronte allo spaventoso problema di mantenerla contro la vita di un uomo.

Non si tratta di cedere, si tratta di sospendere una decisione che appare oggi confusa e convulsa e che va meglio precisata. Si tratta di subire un ricatto nel più terribile stato di necessità in cui possano trovarsi gli uomini umani e si tratta anche di mettere le Brigate rosse con le spalle al muro.

Le prime adesioni all'appello, così come sono state raccolte in ordine di tempo

Leonardo Sciascia

Eleonora Moro

Stella Tobagi

Andrea Casalegno

Guglielmo Pepe (La Repubblica)

Clara Valenziano (La Repubblica)

Roberto della Rovere (Corriere della Sera)

Paolo Flores D'Arcais

Ernesto Galli della Loggia

Gianpiero Mughini (Europeo)

Luigi Irdi (Europeo)

Fiamma Nirestein (Europeo)

Barbara Palombelli (Europeo)

Sergio Saviane (Espresso)

Piero Calderoni (Espresso)

Giuliano Zincone (Direttore del ``Il Lavoro'')

Giuseppe Trotto (Il Lavoro)

Camilla Cederna (Espresso)

Gianni Baget Bozzo

Giuseppe Patat (Prima Comunicazione)

Federico Mancini

Adele Cambria (Il Giorno)

Gino Giugni

Piero Vigorelli (Il Messaggero)

Leandro Turriani (Il Messaggero)

Oriele Ermi

Maria Adele Teodori (Europeo)

Umberto Melotti (Direttore ``Terzo Mondo'')

Vito Cimarrusti (Gazzetta del Mezzogiorno)

Lino De Matteis (Quotidiano di Lecce)

Cesare Medail (Corriere della Sera)

Salvatore Sechi

Fulvio Jacometti (Il Messaggero)

Giuseppe Loteta (Il Messaggero)

Aurelio Candido (Il Messaggero)

Michele Tito (dir. ``Secolo XIX'')

Oreste del Buono (dir. ``Linus'')

Pippo Ciapazzano (L'ora)

Giangiulio Portese (L'ora)

Massimo Novelli (L'ora)

Giorgio Vecchiato (Giorno)

Ludovico Baccini (Il Messaggero)

Luigi Manconi (Il lavoro)

Chino Alessi (già dir. ``Piccolo'')

Giovanni Di Berardo (comitato lav. poligrafici e cartai)

Massimo Alberizzi (Corriere della Sera)

Norberto Valentini (Domenica del Corriere)

Mauro Benedetti (Stampa sera)

Teodoro Celli (Il Messaggero)

Riccardo Chiberge (Il Mondo)

Nino Pirito (TVS Genova)

Carlo M. Lo Martire (Il giorno)

Pierluigi Ficonieri (Espresso)

Giuseppe Corsentino (Panorama)

Elisabetta Rasy (Panorama)

Virginia Visani (Annabella)

Saverio Cicala (Il Giorno)

Giovanni Buffa (Giorno)

Enrico Dell'Aglio (Giorno)

Marco Sassano (Giorno)

Pietro Mancini (Giorno)

Roberto Mancini (Giorno)

Roberto Giardina (Giorno)

Giancarlo Lue (Corriere della Sera)

Andrea Biglia (Corriere della Sera)

Ottavio Rossani (Corriere della Sera)

Giuseppe Manin (Corriere della Sera)

Fabio Cavallera (Corriere della Sera)

Giuseppe Baiocchi (Corriere della Sera)

Costantino Museau (L'occhio)

 
Argomenti correlati:
brigate rosse
rapimento
informazione
asinara
libro
Tobagi Stella
appello
stampa questo documento invia questa pagina per mail