Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mar 21 mag. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Gruppo Parlamentare Radicale - 12 marzo 1982
PENSIONATI! Ecco l'inganno.

SOMMARIO: [Pagina a pagamento pubblicata su diversi giornali]. A: Si informano i lettori che in Commissione Bilancio della Camera i radicali hanno chiesto la "trimestralizzazione della perequazione automatica" delle pensioni, ma che questo emendamento è stato respinto. Purtroppo, di questa vicenda né la stampa né la Rai-TV hanno informato il pubblico. B: Si chiede ai lettori, ai pensionati, di scrivere alle forze politiche e ai membri della Commissione lavoro della camera per esprimere la propria insoddisfazione, ecc. C: Si trascrive il testo del Bollettino delle Giunte, per documentare l'astensione del socialdemocratico Vizzini, determinante a provocare la bocciatura dell'emendamento del radicale Crivellini. D: Si trascrive il testo completo dell'emendamento Crivellini.

--------------------------

In Commissione Bilancio della Camera i radicali hanno chiesto, con l'articolo aggiuntivo 33.0.6, la trimestralizzazione della perequazione automatica (scala mobile) delle pensioni nel settore pubblico e privato.

L'emendamento è stato "bocciato" per un solo voto, quello del "socialdemocratico" Vizzini che si è astenuto: "in piazza per i pensionati con gran clamore, al governo contro i pensionati senza rumore", col beneplacito di Pietro Longo che insidia tutti i giorni il Governo su tutto tranne che sui pensionati: una truffa.

Dei presenti, hanno votato contro la trimestralizzazione i democristiani, i socialisti e i repubblicani. Hanno votato a favore, oltre ai radicali, i comunisti, i missini e un solo democristiano: Publio Fiori.

E' accaduto martedì 9 marzo e nessuno ve ne informa: né la RAI-TV né i giornali, neppure quelli che alle pensioni dedicano articoli e servizi e tacciono sui comportamenti dei partiti al potere. Salvano la faccia ma sono complici della maggioranza di governo contro di voi. Un'altra truffa.

-----

Pensionati,

scrivete per esprimere al vicesegretario PSDI, Vizzini, che con la sua astensione ha impedito alle vostre pensioni di essere aggiornate trimestralmente, come avviene per i salari, la vostra »soddisfazione .

Scrivete o telefonate ai presidenti dei gruppi parlamentari della Camera e a tutti i membri della Commissione Lavoro per impegnarli a votare, appena la legge finanziaria andrà in discussione in aula e quindi sarà ripresentato l'emendamento radicale sulla trimestralizzazione, a favore di questa misura che in teoria tutti i partiti dichiarano di volere.

Le altre battaglie sulle pensioni che i radicali faranno sono queste:

1 - "abolizione delle pensioni d'annata del pubblico impiego e del settore privato";

2 - "estensione della legge 336 (ex combattenti) anche al settore privato";

3 - "aggancio dei minimi delle pensioni dell'INPS (lavoratori dipendenti e autonomi) al 50% del salario medio industriale.

Ci sono tante altre cose che riguardano i pensionati: le faremo quando verrà in discussione la riforma del sistema pensionistico: per adesso facciamo le cose urgentissime: ripariamo ai torti e ai furti che sono stati perpetrati contro milioni di pensionati".

-----

DAL RESOCONTO SOMMARIO DELLA SEDUTA DI MARTEDI' 9 MARZO DELLA COMMISSIONE BILANCIO

CAMERA DEI DEPUTATI

MARTEDI' 9 MARZO 1982

BOLLETTINO DELLE GIUNTE E DELLE COMMISSIONI PARLAMENTARI

Il deputato Marcello CRIVELLINI insiste sui suoi articoli aggiuntivi 33.0.4, 33.0.5, 33.0.7, 33.0.8, 33.0.9 e 46.0.1 ed illustra l'articolo aggiuntivo 33.0.6, concernente la trimestralizzazione della perequazione automatica delle pensioni del settore pubblico e privato.

Dopo interventi dei deputati Raffaele VALENSISE e Publio FIORI, i quali dichiarano che voteranno a favore dell'articolo aggiuntivo Crivellini ed altri 33.0.6, e del deputato Carlo VIZZINI il quale preannuncia la sua astensione su tale articolo aggiuntivo, il relatore ed il Governo si dichiarano contrari a tutti gli articoli aggiuntivi.

La Commissione respinge, quindi, gli articoli aggiuntivi Cicciomessere 33.0.4 e Crivellini 33.0.5, 33.0.7, 33.0.8, 99.0.9, 46.0.1, 46.0.2 e 46.0.3.

-----

TESTO DELL'EMENDAMENTO BOCCIATO PER IL VOTO DELLA DC, DEL PSI, DEL PRI, DEL PSDI:

(Trimestralizzazione della perequazione automatica delle pensioni dei settori pubblico e privato)

»A decorrere dal 1· luglio 1982, e con effetto dal 1· aprile, dal 1· luglio e dal 1· ottobre di ciascun anno, "ferma restando all'inizio di ciascun anno la decorrenza della perequazione annuale", gli importi delle pensioni alle quali si applicano le norme di cui all'articolo 10 della legge 3 giugno 1975, n. 160, vengono aumentati di una quota aggiuntiva pari al prodotto che si ottiene moltiplicando il valore unitario, fissato per ciascun punto in lire 1910 mensili, per il numero dei punti di contingenza; tale numero è uguale alla differenza, arrotondata all'unità, tra i valori medi degli indici del costo della vita, calcolati dall'ISTAT ai fini della scala mobile delle retribuzioni dei lavoratori dell'industria, relativi al quarto e al terzo trimestre anteriori alla decorrenza dell'aumento.

Con la stessa decorrenza del 1· luglio 1982, ai titolari di pensione o assegno indicati nell'articolo 1 della legge 29 aprile 1976, n. 177, nonché ai titolari di pensione a carico di ogni altra cassa o forma di previdenza ai quali comunque venga corrisposta l'indennità integrativa speciale di cui alla legge 27 maggio 1959, n. 324 e successive modificazioni, le variazioni nella misura mensile dell'indennità integrativa speciale sopra indicata sono apportate trimestralmente con la periodicità prevista dal comma precedente, sulla base dei punti di variazione del costo della vita registrati tra gli indici indicati nel medesimo comma precedente. L'onere conseguente resta a carico delle relative gestioni previdenziali.

Con decorrenza e con effetto dalle stesse date indicate nel primo comma, gli importi delle pensioni alle quali si applica la perequazione automatica di cui all'articolo 19 della legge 30 aprile 1969, n. 153, sono aumentati in misura pari alla variazione percentuale dell'indice del costo della vita calcolato dall'ISTAT ai fini della scala mobile delle retribuzioni dei lavoratori dell'industria e si determina confrontando il valore medio degli indici relativi al quarto e al terzo trimestre anteriore alla decorrenza dell'aumento .

Marcello CRIVELLINI

Adelaide Aglietta, Aldo Ajello, Marco Boato, Emma Bonino, Roberto Cicciomessere, Franco De Cataldo, Adele Faccio, Gianluigi Melega, Mauro Mellini, Domenico Pinto, Giuseppe Rippa, Franco Roccella, Leonardo Sciascia, Massimo Teodori, Alessandro Tessari.

 
Argomenti correlati:
avviso
psdi
crivellini marcello
inserzione
stampa questo documento invia questa pagina per mail