Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mar 05 dic. 2023
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Food and Disarmament International - 24 aprile 1982
Contro lo sterminio per fame e per una conseguente nuova, organica politica di sviluppo
PROPOSTA Dl LEGGE D'INIZIATIVA POPOLARE

(ai sensi dell'art. 71 secondo comma, della Costituzione)

Presentata il 24 aprile 1982

SOMMARIO: Il Comitato promotore delle leggi di iniziativa popolare contro lo sterminio per fame nel mondo ha raccolto - ai sensi della legge 25 maggio 1970, n. 352 - oltre 50.000 firme di cittadini sul presente progetto di legge di iniziativa popolare mirante ad »Iniziative contro lo sterminio per fame e per una conseguente nuova, organica politica di sviluppo .

(Atti Parlamentari - Camera dei Deputati - VIII LEGISLATURA - DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI - DOCUMENTO n. 3363)

Il Comitato promotore delle leggi di iniziativa popolare contro lo sterminio per fame nel mondo ha raccolto - ai sensi della legge 25 maggio 1970, n. 352 - oltre 50.000 firme di cittadini sul presente progetto di legge di iniziativa popolare mirante ad »Iniziative contro lo sterminio per fame e per una conseguente nuova, organica politica di sviluppo .

La presente proposta di legge di iniziativa popolare, volta ad assicurare entro il 1982 la salvezza di almeno 3 milioni di persone minacciate dalla fame e la malnutrizione, potrebbe definirsi »massimale in quanto una maggiore quota di finanziamenti viene ricavata dalla riduzione delle spese militari.

Questa iniziativa popolare, al cui successo hanno contribuito sul piano organizzativo le Associazioni »Food and Disarmament International e »Vita, Pace, Disarmo , è stata promossa nel paese da oltre 1.300 sindaci italiani di ogni parte politica e di tutte le regioni italiane. Tra questi, i sindaci delle maggiori città si sono costituiti in Comitato per sostenere gli obiettivi propri di questa proposta di legge di iniziativa popolare, realizzando insieme al Comitato dei 77 Premi Nobel promotori del famoso Manifesto-Appello dell'estate 1981, insieme a personalità della scienza, della politica, della cultura e religiose di numerosi paesi, varie iniziative popolari, istituzionali e di studio.

Nel presentare al Parlamento questa breve relazione, i promotori del progetto di legge di iniziativa popolare contro lo sterminio per fame intendono richiamare i parlamentari italiani alla grande responsabilità politica e morale che ad essi spetta, mentre stanno per esaurirsi i tempi tecnici indicati il 1· marzo scorso dai Premi Nobel perché possano effettivamente essere salvati entro il 1982 quei milioni di bambini, donne e uomini che già sono agonizzanti per fame.

Può infatti essere calcolato che ad oggi almeno 10 milioni di persone siano già morte per fame e malnutrizione nel 1982, e che solo una precisa azione intrapresa in modo solenne a partire dalla responsabilità degli Stati del Nord del mondo possa interrompere questo olocausto.

In questa situazione, una peculiare responsabilità ed un ruolo specifico spettano all'Italia, per le reiterate prese di posizione contro lo sterminio assunte dai suoi massimi responsabili istituzionali e per il notevole livello di mobilitazione e sensibilizzazione dell'opinione pubblica del nostro paese.

Mentre si diffondono nel mondo le immagini di guerra delle »Task Forces che seminano morte, i promotori di questa iniziativa popolare domandano ai responsabili delle forze parlamentari e del Governo se essi non ritengano indispensabile disporre da subito somme ancora meno ingenti e tecnologie pacifiche di pronto intervento perché si realizzi una »task force per la vita corrispondente a valori, principi e priorità infinitamente più profonde ed urgenti.

Non può essere taciuto, infatti, che l'approntamento da parte del Governo italiano di un »piano per la salvezza di un milione di bambini in collaborazione con organizzazioni internazionali e con lo stanziamento di circa 100 miliardi di lire in cinque anni testimonia della fattibilità di un »decreto di vita per almeno 3 milioni di persone entro il 1982 e quindi dell'accresciuto dovere morale e politico di realizzarlo.

In conclusione, si allega l'elenco dei comuni italiani i cui sindaci hanno sottoscritto il progetto di legge di iniziativa popolare.

Alanno, Alba Adriatica, Altino, Atri, Abbateggio, Arienzo, Acerra, Afragola, Agerola, Agropoli, Ailano, Alfano, Alvignano, Amalfi, Angri, Aquilonia, Arzano, Ascea, Auletta, Avellino, Argelato, Acquapendente, Affile, Agosta, Allumiere, Antrodoco, Arcinazzo, Arlena di Castro, Arsoli, Artena, Alassio, Albisso]a Marina, Arenzano, Arno, Avegno, Agrate Brianza, Alagna Lomellina, Angolo Terme, Arcore, Arese, Artogne, Agugliano, Apecchio, Arcevia, Arquata del Tronto, Albaretto della Torre, Adorno Micca, Acqui Terme, Asigliano, Azzeglio, Arignano, Alpette, Almese, Acquarica del Capo, Acquaviva, Adelfia, Alberobello, Alessano, Alezio, Anzano di Puglia, Apricena, Aradeo, Ascoli Satriano, Avetrana, Abbasanta, Ales, Arbus, Armungia, Assemini, Acquaviva Platani, Alcara Lifusi, Alimena, Aliterme, Altavilla, Assoro, Altopascio, Ala, Arco, Abano Terme, Annone Veneto, Alessandria;

Bellante, Balvano, Bagaladi, Bianco, Botricello, Brognaturo, Bacoli, Baronissi, Baselice, Battipaglia, Benevento, Bonea, Bonito, Bucciano, Barricella, Bobbio Pecoraro, Borgo Tussignano, Bassano Romano, Bassiano, Blera, Bomarzo, Borgessi, Bogliasco, Bordighera, Borghetto Arroscia, Borghetto Vara, Bagolino, Barria Cerreto, Basiano, Bellinzago Lombardo, Bertonico, Borghetto Lodigiano, Borno, Botticin, Bovegno, Bovezzo, Bovisio Masciago, Breno, Briosco, Busnago, Busto Arsizio, Busto Carole, Borgo Satollo, Balme, Banchette, Bardonecchia, Bellinzago Novarese, Bernezzo, Biviana, Biella, Bobbio Pelice, Bollengo, Borgo d'Ale, Boves, Brozzolo, Brandizzo, Briona, Bruino, Burolo, Busca, Bussoleno, Buttigliera Alta, Bricherasio, Borriana, Biandrate, Borgone Susa, Buriasco, Bagnolo del Salento, Bari, Barletta, Biccari, Bitetto, Bitonto, Bitritto, Baunei, Berumini, Bessude, Bitti, Bortigiadas, Bulzi, Bagheria, Bisacquino, Bonpietro, Barberino del Mugello, Barga, Baselga di Piné, Bastia Umbra, Bermio, Bonemerse;

Cagnano Amiterno, Calascio, Campo di Giove, Cappelle sul Tano, Capistrello, Castel Vecchio, Città Sant'Angelo, Craco, Castelgrande, Castrovillari, Cellara, Colosimi, Crino Castello, Curinea, Caiazzo, Calabritto, Calitri, Calvi Risorta, Carnerota, Cancello e Arnone, Cannalonga, Capaccio, Capodrise, Capri, Capriati a Volturno, Cardito, Casagiove, Casalbore, Casaluce, Casamicciola, Casavatore, Caserta, Casola di Napoli, Castel Campignano, Castellabate, Castelnuovo di Conza, Castel San Giorgio, Castel San Lorenzo, Ceppaloni, Cervinara, Cesinati, Cicciano, Cicereale, Cimitile, Colle Sannita, Comigliano, Calendasco, Castel Arcuato, Castel Bolognese, Castel D'Aiano, Castel Guelfo, Cesena, Collecchio, Crevalcore, Castel San Giovanni, Caminata, Cervignano del Friuli, Cormons, Calcata, Campagnano Romano, Campo di Mele, Canale Monterano, Cantaligi, Caprarola, Carpineto Romano, Castel San Pietro, Castel Sant'Angelo, Castel Sant'Elia, Castiglione in Teverina, Cave, Celleno, Cervara di Roma, Cerveteri, Cisterna di Latina,

Cittaducale, Civitacastellana, Civitella d'Agliano, Colle di Tora, Colleferro, Collegiove, Colle sul Velino, Colonna, Concerviano, Contigliano, Cairo Montenotte, Camogli, Campo Morone, Campo Rosso, Carrodano, Casanova, Casella, Castel Vittorio, Castiglione Chiavarese, Celle Ligure, Cengio, Ceranesi, Cogoleto, Cadorago, Calcinato, Cantù, Capodimonte, Caponago, Capovalle, Capriate San Gervasio, Capriolo, Caravate, Carbonate, Carniago, Casale Cremasco, Casarile, Casate Nuovo, Cassago Brianza, Castegnato, Castel Mella, Castalnedolo, Castiglione d'Adda, Cavenago di Brianza, Cercino, Ceriano Laghetto, Cerveno, Cesate, Ceto, Cevo, Ceserano, Cividate Camuno, Codogno, Colere, Colle Beato, Cologno Monzese, Cremona, Cuggiono, Carenno, Casatisma, Cedrasco, Cosio Valtellino, Castione, Campodolcino, Chiuro, Gugliate Fabiasco, Castelcovati, Cagli, Caldarola, Carpegna, Castelfidardo, Cingoli, Cupra Marittima, Campobasso, Caluso, Canischio, Caravino, Carpignano, Cascinette d'Ivrea, Castagneto Po, Castel Beltrame, Castellamm

onte, Castiglione d'Asti, Cavaglia, Cerano, Cercenasco, Cerreto Castello, Cervatto, Chiomonte, Cigliano, Colazza, Calto, Cornegliano d'Alba, Cossogno, Cumiana, Castello di Annone, Casaleggio, Caprile, Cagnano Varano, Calimera, Cannole, Canosa di Puglia, Capurso, Carlantino, Carpignano Salentino, Carpino, Casamassima, Casarano, Cassano, Castellana, Castrignano, Castrignano del Capo, Ceglie Messapico, Celenza Valfortore, Cerignola, Cisternin, Collepasso, Crespiano, Cutrofiano, Codrongiano, Caccamo, Calascibetta, Calatabiano, Campobello, Campofelice, Campofiorito, Canastra, Canicattì, Capo d'Orlando, Castellana Sicula, Castronovo di Sicilia, Catenanuova, Collesano, Comiso, Condrò, Contessa, Corleone, Campi Bisenzio, Capalbio, Castelfranco di Sotto, Castelnuovo di Valle di Cecina, Cecina, Cortona, Certaldo, Chiusi, Cinigiano, Cutigliano, Campo di Trens, Campello sul Clitunno, Castel Ritaldi, Castiglione del Lago, Città di Castello, Corciano, Caprino Veronese, Carmignano di Brenta, Carré, Cavaion, Ceregnano, Citt

adella, Costermano, Chiesa Valmareco;

Diamante, Dozza, Doberdò del Lago, Duino Aurisina, Dego, Deivamarina, Diano Aretino, Doccedo, Darfo Boaria, Delebio, Dubino, Donato, Dorzano, Druogno, Deliceto, Donori, Delia, Dro, Deruta;

Francavilla al Mare, Feroleto della Chiesa, Francavilla Marittima, Falciano del Massico, Forio, Francolise, Frattamaggiore, Fidenza, Finale Emilia, Fiumaldo, Ferriere, Fontanelice, Farra d'Isonzo, Forni di Sotto, Fabbrica di Roma, Fiano Romano, Fondi, Fascia, Follo, Framura, Flero, Fontanella, Fano, Fermignano, Fossombrone, Frinco, Foglizzo, Fragnano, Fisicarra, Forza d'Agrò, Francavilla, Fiesole, Folgaria, Fratta Todina, Frassinelle Polesine, Fratta Polesine;

Giulianova, Grisolia, Galluccio, Giano Vetusto, Giffoni Sei Casali, Giffoni Valle Chiana, Gioia Sannitica, Grottaminarda, Guardia Sanframondi, Gaggio Montano, Guastalla, Gallicano, Genazzano, Genzano, Gradoli, Graffignano, Grotte di Castro, Garlenda, Genova, Gorreto, Gallarate, Garbagnate Milanese, Gargnano, Ghedi, Gianico, Gottolengo, Gradara, Garzigliana, Graglia, Gravera, Grugliasco, Gaglianico, Grosso, Gagliano del Capo, Galatone, Gioia del Colle, Ginosa, Guggianello, Giurdignano, Grottaglie, Guagnano, Gangi, Giuliano, Godrana, Gratteri, Grotte, Gualtieri, Greve in Chianti;

Introdacqua, Ischia, Isola del Cartone, Iseo, Ispicia;

L'Aquila, Loreto Aprutino, Laino Castello, Lattarico, Lacco Ameno, Laurito, Lauro, Laviano, Liveri, Lusciano, Lustra, Latisana, Lignano Sabbiadoro, Labico, Labro, Ladispoli, Lariano, Lanuvio, Latera, Lubriano, Lavagna, Levanto, Lomarzo, Lavenone, Leno, Lograto, Lonate Ceppino, Lenno, Laloggia, Lenta, Lessona, Livorno Ferraris, Laterza, Latiano, Lesina, Leverano, Lizzano, Lunamatrona, Limina, Licciana Nardi, Lucca, Lavis, Levico, Luserna, Lavagno, Lorenzago;

Manoppello, Montesilvano, Muro Lucano, Maierà, Mangione, Marina di Gioiosa, Maropati, Montesano, Maddaloni, Magliano Vetere, Marano di Napoli, Marconi, Marigliano, Mercato San Severino, Mignano, Montelungo, Moio della Civitella, Molinara, Montaguto, Montano Antilia, Montecorice, Montecorvino Rovella, Monte di Procida, Montefalcione, Monte Falcone in Val Fortore, Montoro Inferiore, Mugnano di Napoli, Marzabotto, Masi Torello, Monghidoro, Montecchio Emilia, Modena, Morfasso, Medea, Monfalcone, Muggia, Magliano Romano, Marcellina, Marino, Mazzano, Montalto di Castro, Montebuono, Montecompatri, Monteflavio, Montelanico, Monteleone, Monteporzio Catone, Morro Reatino, Maisana, Mele, Miglianigo, Millesimo, Mioggia, Montebruno, Monterosso al Mare, Montoggio, Malegno, Malnate, Malonno, Mandello del Lario, Manerba del Garda, Manerbio, Morone, Mazzano, Melegnano, Menaggio, Moniga del Garda, Montichiari, Muscoline, Meda, Mazzo Valtellina, Macerata, Mondavio, Mondolfo, Monte Granaro, Monte Gallo, Monte Nero di Bisaccia,

Meana di Susa, Mezzomerico, Moncalieri, Moncrivello, Mongrando, Monpartero, Montesilvio, Monticello, Motta de' Conti, Murazzano, Miasino, Momo, Maglie, Mattinata, Modugno, Molfetta, Monopoli, Monteparano, Monte Salentino, Motta Monte Corvino, Mura Leccese, Meana Sarda, Monti, Mandanici, Marsala, Mazzarone, Milena, Misterbianco, Monreale, Montalbano Elicona, Montevago, Magliano in Toscana, Monte Carlo, Montecatini Val di Cecina, Marradi, Monterotondo Marittimo, Monte Scudario, Mezzolombardo, Massamartana, Monte Santa Maria Tiberina, Marsciano, Malo, Mazzola sul Brenta;

Nocara, Normanno, Nusco, Nibbiano, Noceto, Nazzano, Nepi, Nespolo, Norma, Neirone, Noli, Nave, Nuvolere, Neve, Nardò, Neviano, Noci, Noicattaro, Norcia;

Ogliastro Cilento, Orria, Ottaviano, Olevano Romano, Oriolo Romano, Olgiate Comasco, Ospedaletto Lodigiano, Ospitaletto, Ossona, Occhieppo Inferiore, Olcenego, Omegna, Ordona, Oleggio, Orsara di Puglia, Otranto, Orta Nova, Ostuni, Olzai, Ortacesus, Oschiari, Orgiano;

Pacentro, Pescopagano, Paludi, Pedace, Pizzo, Platania, Pleto, Palma Campania, Pannaro, Pugliano, Pannarano, Paolisi, Parete, Pastorano, Partenopoli, Paupisi, Perito, Pesco Sannita, Piano di Sorrento, Pietralcina, Pietrarosa, Pietra Vairano, Pimonte, Pollena Trocchia, Pollica, Pomigliano d'Arco, Ponte, Pozzuoli, Praiano, Pratella, Presenzano, Prignano Cilento, Procida, Pucillanello, Parma, Pettiola, Potenzano, Piacenza, Ponte dell'Olio, Pordenone, Paganico, Poggio Catino, Poggio Nativo, Pieve di Teco, Pieve Ligure, Pontivrea, Padenghe, Paitone, Pancarana, Pavia, Perego, Pessano con Barnago, Piamengo, Piontello, Pisogne, Pizzighettone, Colaveno, Pontenizza, Pontoglio, Puegnago, Postalesio, Pescarolo e Uniti, Pieve Porto Morone, Ponte in Valtellina, Petriolo, Pecetto Torinese, Peveragno, Pianfei, Pinasca, Piosasco, Pont Canavese, Potenza, Palagianello, Parabita, Pietra Monte Corvino, Poggiardo, Poggiorsini, Polignano, Pace del Mela, Pachino, Palermo, Palma Montechiaro, Petralia, Piana degli Albanesi, Polizzi G

enerosa, Pollina, Prizzi, Peccioli, Pistoia, Pomarance, Pontedera, Pescaglia, Pergine Valsugana, Perugia, Papozze, Pontecchio, Porto San Giorgio;

Qualiano, Quiliano, Quagliuzzo, Quarrata;

Rocca di Botte, Rocca Casale, Rocca Pia, Rosciano, Roseto degli Abruzzi, Reino, Riardo, Ricigliano, Rocca d'Aspide, Rocca d'Evandro, Rocca Monfina, Romagnano al Monte, Rugliano, Rutino, Ruda, Ragogna, Rignano Flaminio, Rocca Priora, Rocca Sinibalda, Ronciglione, Roviano Romano, Ranzo, Rapallo, Rocchetta Nervina, Rovegno, Rezzato, Roccafranca, Roncadelle, Recanati, Robassomero, Rocca Canavese, Rocchetta Tanaro, Rossignano Monferrato, Rossa, Roccaforzata, Racale, Rocchetta Sant'Antonio, Rodi Garganico, Ruffano, Ravanusa, Realmonte, Ribera, Rocca Amena, Rocca Palumba, Rocca Valdina, Rodimilici;

San Giorgio Jonico, San Valentino, Scafa, Scurcola Marsicana, Silvi, Spoltore, Sant'Arcangelo, San Demetrio, San Luca, San Procopio, Sant'Alessio d'Aspromonte, Scilla, Serrata, Siderno, Strongoli, Salerno, San Gregorio Magno, San Lorenzello, San Lupo, San Mango sul Calore, San Marco dei Cavoti, San Martino Sannita, San Michele di Serino, San Nazzaro, San Nicola la Strada, San Nicola Manfredi, San Potito Sannitico, San Salvatore Ceresino, San Sebastiano al Vesuvio, Sant'Agata dei Goti, Sant'Andrea di Conza, Sant'Angelo dei Lombardi, Sant'Antonio Abate, Santa Maria a Vico, Sapri, Sarno, Sassinoro, Senerchia, Serra Cilento, Serra Mezzana, Solofra, Sorrento, Sperone, Stio Cilento, Succivo, Summonte, Sant'Agata Bolognese, San Lazzaro di Savena, Sacile, San Daniele del Friuli, San Giorgio di Nogara, San Pier d'Isonzo, Savogna d'Isonzo, Sogrado, Sabaudia, Santa Marinella, Sambuci, Sant'Oreste, Scandriglia, Stimignano, Santa Margherita Ligure, Sanremo, Savignone, Savona, Seborga, Sesta Godan, Soldano, Sori, Spotorno

, Stella, Stellanello, San Felice del Benato, San Genesio, Santa Giulietta, Santa Maria Hoe, Semiana, Sesto Calende, Soncino, Sondalo, Sondrio, Spriano, Saltara, Serra San Quirico, Sirolo, San Severino, San Benedetto del Tronto, San Paolo di Jesi, Salbertrand, Saluggia, Salussola, San Benigno Canavese, San Martino Canavese, San Mauro Torinese, Santhià, Santo Stefano Belbo, Santo Stefano Roero, Suno, Sizzano, Sammichele, San Marco di Catola, San Marco in Lamis, Sannicandro, San Severo, San Paolo Civitate, Santerano, Sava, Serra Capriola, Sogliano Cavour, Soleto, Spinazzola, Sternatia, Supersano, Samassi, Sanluri, Serramanna, San Cipirello, San Filippo del Mela, San Fratello, Santa Lucia del Mela, Santa Margherita Belice, Santa Venerina, Sinagra, Solarino, Sutera, San Gimignano, San Quirico, Santa Luce, Scandicci, Siena, Sovicille, Santa Anatolia, Saletto di Montagnana, San Giorgio in Bosco, San Paolo di Piave, San Pietro in Gu, San Zeno di Montagna, Saonara, Segustino;

Torre de' Passeri, Tornimparte, Tito, Teano, Teora, Teverola, Torchiara, Torre Orsaia, Torrecuso, Tuffino, Traversecolo, Tolmezzo, Tarquinia, Toffia, Turania, Tuscania, Tribogna, Terzodemo, Torbole Casaglia, Torrazza Coste, Travagnato, Trezzano sul Naviglio, Trovo, Turbico, Tavernole sul Mella, Tolentino, Torre San Giorgio, Trino, Terlizzi, Torre Maggiore, Trani, Turi, Terralba, Termini Imerese, Trecastagne, Trequanda, Tassullo, Tombolo;

Urbisaglia;

Vietri di Potenza, Vallelonga, Verbicaro, Valle Agricola, Valle di Maddaloni, Vico Equense, Villanova del Battista, Vitulano, Vergato, Voghiera, Vobbia, Vajont, Venzone, Vallerano, Valmontone, Vasanello, Velletri, Vado Ligure, Vallecrosia, Ventimiglia, Vernazza, Vessalico, Vedano di Lambro, Vernate, Verola Nuova, Verola Vecchia, Vigevano, Viggiù, Vione, Voltaggio, Vignone, Valdieri, Varallo Sesia, Vernante, Vercelli, Verrua Savoia, Villa del Bosco, Villa Reggia, Villar Pelice, Villata, Volturana Appula, Villamassargia, Valderice, Valdina, Venetico, Ventimiglia, Villafrati, Vinci, Vicenza, Vaprio d'Adda, Valtopina;

Zerba, Zagarolo, Zeccone, Zone, Zubiena.

----------

PROPOSTA DI LEGGE D'INIZIATIVA POPOLARE

Art. 1.

Il Governo italiano è impegnato ad assumere tutte le iniziative necessarie ed adeguate ad assicurare per il 1982 la salvezza di almeno 3 milioni di persone, concentrando la propria azione nelle regioni del terzo e quarto mondo dove vengono registrati i più alti tassi di mortalità dovuti a fame e denutrizione.

Art. 2.

Per il raggiungimento delle finalità di cui al precedente articolo, sono autorizzate per l'anno 1982 le seguenti spese:

lire 3000 miliardi da iscrivere nello stato di previsione della spesa della Presidenza del Consiglio dei ministri (tabella 1-A), capitolo n. 6701 (Fondo per la lotta allo sterminio 1982, per fame nel mondo) di nuova istituzione, per l'attuazione di un piano di emergenza;

lire 500 miliardi da iscrivere nel capitolo n. 9005 (Fondo da ripartire per l'aiuto pubblico per i paesi in via di sviluppo) dello stato di previsione della spesa del Ministero del tesoro, in aggiunta al già previsto stanziamento di lire 1500 miliardi per l'anno 1982, al fine di raggiungere entro il 1985, relativamente agli stanziamenti destinati all'aiuto pubblico allo sviluppo, il livello dello 0,70 per cento del prodotto nazionale lordo e dare così attuazione alla risoluzione n. 2626 del 24 ottobre 1969 delle Nazioni Unite.

Art. 3.

All'onere di cui alla presente legge si provvede: quanto a lire 2650 miliardi mediante riduzione dei capitoli n. 4011, n. 4031, n. 4051 e di tutti quelli non concernenti spese obbligatorie, ad eccezione dei precedenti, dello stato di previsione della spesa del Ministero della difesa rispettivamente di lire 300 miliardi, di lire 400 miliardi, di lire 600 miliardi e del 35,14 per cento (corrispondente a lire 1350 miliardi) confermando in tal modo lo stanziamento complessivo dell'anno 1981;

quanto a lire 650 miliardi mediante aumento per l'anno 1982 dell'imposta sul consumo dei tabacchi così determinata:

a) lire 10 su ogni sigaretta posta in vendita in confezioni il cui prezzo attuale è inferiore a lire 1.000, ad esclusione dei tipi considerati per la determinazione dell'indice del costo della vita calcolati dall'ISTAT per i quali l'Azienda autonoma dei tabacchi è tenuta ad assicurare disponibilità adeguate a soddisfare le richieste del consumo;

b) lire 15 su ogni sigaretta posta in vendita in confezioni il cui prezzo attuale è uguale o superiore a lire 1000;

c) maggiorazione del 20 per cento con eventuale arrotondamento alle 10 lire superiori, del prezzo di tutti gli altri prodotti e confezioni di tabacchi;

quanto a lire 200 miliardi mediante riduzione di almeno il 75 per cento di tutte le auto non destinate a servizi tecnici, in uso a Ministeri, Enti locali, Amministrazioni, Enti o Organizzazioni che ricevono un contributo a qualsiasi titolo dallo Stato superiore a 100 milioni per i] 1982; la riduzione, la vendita e la riconversione delle auto avverrà a cura dei singoli enti; l'assegnazione o il contributo dello Stato ad ogni singolo Ministero, Ente, ecc. verrà diminuito in misura al meno pari del 75 per cento del valore di mercato e delle spese relative a tutte le auto non destinate a servizi tecnici specifici e documentati in uso al Ministero o all'Ente alla data del 1· gennaio 1982; il Governo è delegato a emanare un decreto di attuazione entro 30 giorni dalla data di pubblicazione della presente legge sulla "Gazzetta Ufficiale".

Il Ministro del tesoro è autorizzato ad apportare in bilancio le occorrenti variazioni dei capitoli interessati.

Art. 4.

La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella "Gazzetta Ufficiale".

 
Argomenti correlati:
proposta di legge
camera dei deputati
stampa questo documento invia questa pagina per mail