Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mer 17 lug. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Crivellini Marcello, Teodori Massimo - 6 settembre 1982
Banco Ambrosiano: Lettera ai Commissari liquidatori del BANCO AMBROSIANO
di Marcello Crivellini e Massimo Teodori

SOMMARIO: Il tesoriere del partito radicale e il deputato Teodori chiedono ai Commissari liquidatori del Banco Ambrosiano di voler assumere specifiche iniziative al fine di esigere la restituzione delle ingenti somme a vario titolo prestate ai partiti e in particolare al PSI e al PCI (per il giornale "Paese Sera"), cautelandosi con la richiesta del blocco della quota annuale del finanziamento pubblico.

---------------------------------

Quali esponenti di una forza politica, il Partito Radicale, impegnata nelle sedi istituzionali e non nelle questioni di pubblica moralità, siamo attenti alla Vostra azione che testimonia la gravità della situazione del Banco Ambrosiano. La richiesta di esigere la riscossione dell'accettazione di 20 miliardi emessa dal Banco Ambrosiano nei confronti della Rizzoli ne è un esempio.

Da questi indizi che traspaiono dalla stampa sorge la speranza che non sempre nel nostro palese valga la regola della privatizzazione dei profitti e della socializzazione delle perdite.

I 220 miliardi che l'ENI in maniera irresponsabile, soprattutto in quanto Ente pubblico, si accinge a perdere in questa vicenda in seguito all'oscuro prestito per tramite della consociata estera, rappresentano l'ennesima conferma di una pratica da troppo tempo in vigore nel nostro paese.

Tra le altre responsabilità, Voi avete oggi nelle Vostre mani anche quella di poter dare un esempio di comportamento al paese e alla classe politica. State infatti chiedendo la restituzione di prestiti a chi li ha a suo tempo ottenuti con interessata solerzia da Roberto Calvi. Tra i crediti di cui la stampa ha dato ampia notizia ve ne sono alcuni direttamente o indirettamente relativi a partiti politici ed, in particolare, ve ne è uno del PSI di cui è possibile e doveroso pretendere la restituzione. Si fanno a questo proposito le cifre di 7, 14 o 20 miliardi: quale che sia la cifra comprensiva di capitale e di interessi, noi ci permettiamo di proporvi le seguenti azioni:

1. rendere pubblici entità, tempi, modalità, interessi, restituzioni o mancate restituzioni da parte di partiti o di altre operazioni finanziarie effettuate da partiti, dal momento che in un modo o nell'altro il contribuente sarà chiamato a pagare in tutto o in parte gli allegri finanziamenti dell'Ambrosiano;

2. chiedere a tutti i partiti la restituzione del denaro dovuto, fra cui quello accertato da parte del PSI, e da parte del PCI per "Paese Sera", come è stato fatto per l'accettazione bancaria della Rizzoli e con le stesse modalità ed eventuali conseguenze;

3. cautelarsi da eventuali dichiarazioni di insolvibilità chiedendo il blocco della quota annuale di rimborso elettorale che i partiti riscuoteranno il 1· ottobre 1982 e soprattutto, il finanziamento pubblico che sarà riscosso nel febbraio 1983 (dell'ordine di 8 miliardi per il PSI).

Certi che, per la funzione di grande responsabilità che assolvete, non vorrete deludere le aspettative della pubblica opinione, inviamo i nostri cordiali saluti.

MARCELLO CRIVELLINI

Tesoriere del Partito Radicale

MASSIMO TEODORI

deputato radicale al Parlamento

 
Argomenti correlati:
banco ambrosiano
eni
pci
paese sera
eni
stampa questo documento invia questa pagina per mail