Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mer 29 nov. 2023
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Consiglio Federale Pr - 18 novembre 1984
Per Natale un decreto di vita
40 GIORNI PER IL PARTITO

SOMMARIO: Il Consiglio federale del PR, rilevando che il rafforzamento ottenuto dal partito al Congresso configura un progresso reale della battaglia volta all'approvazione entro Natale della legge contro lo sterminio per fame, conferma che questo è l'obiettivo principale del partito in questo momento e auspica che le intenzioni di partecipazione alla Marcia di Natale coinvolgano sempre di più personalità politiche, religiose e civili e rivolge un appello a tutti coloro che intendono sostenere le battaglie per la vita perché contribuiscano finanziariamente agli sforzi del Pr allo scopo di non pregiudicare gravemente la possibilità di riuscita stessa dell'iniziativa politica nelle prossime settimane.

(NOTIZIE RADICALI N. 74, 10 maggio 1984)

Il Consiglio federale del Partito radicale, riunito a Chianciano il 16, 17 e 18 novembre 1984,

"nel confermare" le analisi e le prospettive politiche generali indicate nella mozione approvata dal XXX Congresso federale del Pr;

"avendo considerato", alla luce delle relazioni del segretario e del tesoriere, le prime attività di attuazione, e d'impostazione per l'attuazione, degli obiettivi in quella sede fissati;

"rilevando" che in meno di due settimane è stata assicurata dal partito federale una quantità e una mole d'impegni nel paese e in Parlamento che hanno ulteriormente rafforzato l'esito positivo del XXX Congresso e configurato con grande precisione un progresso reale della battaglia volta ad assicurare un Natale del 1984 di vita e di speranza per le vittime potenziali dello sterminio per fame;

"approvando la decisione" del segretario del partito d'immediatamente aggiungere con il suo digiuno il valore politico dell'impegno nonviolento al progetto di lotta indicato nella mozione congressuale;

"conferma" l'obiettivo prioritario del partito nell'approvazione entro l'anno di una legge che rispetti gli elementi fondamentali della proposta di legge Piccoli, o nella conquista alternativa di un decreto che ne anticipi i tempi

A questo fine il Consiglio federale

"auspica" che le intenzioni volte a convocare per Natale una marcia di vita e di speranza che si vanno manifestando tra forze e personalità religiose, istituzionali e politiche che patrocinarono la Marcia di Pasqua e le manifestazioni collegate, si traducano al più presto in formale decisione, e per suo conto delibera che in questa direzione d'indirizzi il lavoro già avviato dal partito federale, per informare con il massimo di forza e d'ampiezza il paese di questa scadenza ormai indilazionabile.

"Invita" i compagni tutti e tutti coloro che sono stati e sono impegnati per una legge di vita e di pace a mobilitarsi in ogni modo, a partire dall'imminente dibattito in Commissione esteri della Camera; di modo che s'estenda per numero e qualità dei soggetti oltre che per puntualità di obiettivi, anche parziali, la pratica nonviolenta a sostegno di quella già avviata dal segretario del partito. Tali iniziative nonviolente debbono cadenzare l'iter legislativo, sollecitando nel contempo chiare prese di posizione da parte delle autorità civili e religiose che già in questi anni hanno sostenuto con forza l'istanza di un decreto di vita.

Il Consiglio federale, a fronte delle scadenze e degli obiettivi da conseguire nei prossimi 40 giorni e a fronte dell'obiettivo finanziario previsto dalla mozione congressuale,

"rivolge un appello" non solo alle compagne e ai compagni del partito, ma a tutti coloro che intendono sostenere le nostre battaglie per la vita, la pace, la democrazia, la giustizia, affinché la straordinaria tempestività delle iscrizioni e delle sottoscrizioni possa garantire l'uscita da una gravissima situazione di povertà di mezzi che rischia di pregiudicare gravemente la possibilità stessa di iniziativa politica nelle prossime settimane.

"Rileva" l'assoluta necessità che la costituzione del Partito radicale del 1985 sia assicurata dal maggior numero possibile di cittadini entro Natale, e in primo luogo da parte degli iscritti dell'anno passato con un aumento delle loro rispettive quote giornaliere non limitato al semplice adeguamento al tasso d'inflazione.

Il Consiglio federale

"invita" i cittadini e gli iscritti a partecipare alle assemblee indette nelle diverse regioni per i giorni del 24 e 25 novembre e dell'1 e 2 dicembre, affinché rappresentino dei momenti di costituzione del Partito radicale del 1985, di preparazione della Marcia di Natale, di pubblico confronto sullo stato del partito e l'organizzazione delle sue campagne politiche.

Il Consiglio federale "dà mandato" agli organi del partito di convocare l'assemblea delle associazioni entro il mese di gennaio, in relazione anche alla sessione del Consiglio federale che sarà interamente dedicata al dibattito sullo stato del partito e che viene sin d'ora fissata per i giorni 18, 19, 20 gennaio.

 
Argomenti correlati:
consiglio federale pr
proposta di legge
natale
stampa questo documento invia questa pagina per mail