Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
lun 26 feb. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Blumenfeld Eric, Pannella Marco - 17 febbraio 1987
EBREI IN UNIONE SOVIETICA

SOMMARIO: risoluzione sulla situazione degli ebrei in Unione sovietica, presentata al Parlamento Europeo dai deputati Eric Blumenfeld, Marco Pannella ed altri il 17 Febbraio 1987 (DOC.B2 1569/86)

Il Parlamento europeo

A. ricordando che il governo dell'Unione Sovietica si è assunto con l'Atto finale di Helsinki sulla cooperazione e la sicurezza

l'impegno di garantire i diritti fondamentali dell'uomo, in particolare la libertà di religione e di movimento di tutti i cittadini,

B. ricordando la proposta di Gorbaciov di tenere a Mosca una Conferenza mondiale sui diritti dell'uomo,

C. ricordando le sue precedenti risoluzioni sulla situazione degli ebrei e sui diritti dell'uomo in Unione Sovietica,

D. allarmato in particolare a seguito di testimonianze di parenti di refuznik che si sono incontrati nel dicembre scorso a Gerusalemme con la delegazione del parlamento europeo per le relazioni con Israele- dalla situazione disperata di un numero impressionante di ebrei che desiderano vivere in Israele e ai quali il governo sovietico rifiuta da anni il visto di espatrio adducendo motivi per lo più pretestuosi ,

E. considerando che le condizioni di espatrio degli ebrei dall'Unione Sovietica sarebbero state rese più difficili in

questi ultimi anni,

1. si dichiara preoccupato per le condizioni di lavoro e di vita-

espressione di un comportamento antisemita-imposte dal governo

sovietico a queste persone che desiderano lasciare l'Unione Sovietica come pure per lo stato di salute allarmante di alcuni di loro;

2. rinnova il suo appello al governo sovietico perché senza frapporre ostacoli autorizzi tutti gli ebrei che ne fanno domanda

e in particolare

Ida Nudel, Nudel, Josef Begun,Grigory Lemberg, Alexei Magarik, Magarik, Marat Osnis,Dona Konstantinovskaya, Konstantinovskaya, Grigory e Natalia Rosenstein, Cherna Goldort,

a lasciare l'Unione Sovietica per ricongiungersi con le loro famiglie;

3. esorta nuovamente il governo sovietico a porre fine alla campagna di accanimento, persecuzione e incarcerazione che esso

conduce nei confronti di questi ebrei che hanno manifestato il

desiderio di fissarsi in Israele;

4. insiste presso il governo sovietico perché siano rispettati

i diritti fondamentali di queste persone, tra cui il diritto di studiare ed insegnare la propria lingua, l'ebraico;

5. invita il governo sovietico a tradurre in atti concreti i suoi

propositi di apertura e ad agire in senso positivo e con sincerità in favore del rispetto dei diritti dell'uomo nel suo paese rilasciando il visto di espatrio a tutti i refuznik che desiderano lasciare l'URSS;

6. invita i Ministri degli affari esteri riuniti nell'ambito della cooperazione politica a compiere passi presso l'Unione Sovietica in vista di una soluzione dei casi sopra indicati e

più in generale dell'intero problema dei refuznik;

7. chiede alla Commissione, al Consiglio e ai governi degli Stati

membri di adoperarsi con ogni mezzo perché questa richiesta possa

essere accolta;

8. incarica il suo Presidente di trasmettere la presente risoluzione al Consiglio, alla Commissione e ai Ministri degli affari esteri riuniti nell'ambito della cooperazione politica nonché al governo sovietico.

 
Argomenti correlati:
urss
parlamento europeo
refuznik
Goldort Cherna
Magarik Alexei
Kostantinovskaya Dona
espatrio
stampa questo documento invia questa pagina per mail