Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
lun 20 mag. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Sciascia Leonardo, Giannini Massimo Severo, Matteucci Nicola, Colletti Lucio, Calderoni Renato, Monaco Roversi, Vattimo Gianni, Rossi Antonio, Veca Salvatore, Rea Domenico - 30 settembre 1987
PER UNA GIUSTIZIA GIUSTA
Appello di Leonardo Sciascia, Massimo Severo Giannini, Nicola Matteucci, Lucio Colletti, Renato Calderoni, Roversi Monaco, Gianni Vattimo, Antonio Rossi, Salvatore Veca, Domenico Rea

SOMMARIO: Appello, firmato da dieci intellettuali, in difesa dei referendum sulla riforma dell'Inquirente e sulla responsabilità civile del magistrato.

(NOTIZIE RADICALI - "Giornale del Si" - Anno XXI n. 226 del 30 settembre 1987)

La questione giustizia e le disfunzioni della macchina giudiziaria sono da tempo - in Italia - al centro dell'attenzione dell'opinione pubblica.

Da molti - troppi - anni giacciono in Parlamento progetti di riforma dell'ordine giudiziario e del processo civile e penale.

Il ritardo nel varo di riforme di tale importanza incrina il principio dell'imparzialità del giudice, aumenta i rischi di inquinamento politico degli apparati giudiziari e, di conseguenza, riduce le garanzie di libertà dei cittadini.

I referendum non mirano tanto a creare vuoti normativi, quanto a mobilitare l'opinione pubblica intorno a una questione che tocca principi fondamentali della nostra democrazia e intorno a scelte e decisioni che non possono subire ulteriori rinvii.

I referendum diretto alla riforma dell'Inquirente mira a cancellare uno degli aspetti più discutibili della giustizia politica e a superare un odioso privilegio, sempre meno riconducibile alla garanzia della funzione pubblica.

Il referendum sulla responsabilità del magistrato mira ad eliminare un anacronistico privilegio, e ad equiparare - sotto il profilo della difesa del cittadino - la funzione del giudice a quella degli altri organi investiti di poteri pubblici. Il disegno generale che lega i referendum è dunque nel senso di una giustizia più giusta perseguita attraverso il rafforzamento dell'indipendenza del giudice e la difesa della libertà del cittadino.

Leonardo Sciascia

Massimo Severo Giannini

Nicola Matteucci

Lucio Colletti

Renato Calderoni

Roversi Monaco

Gianni Vattimo

Antonio Rossi

Salvatore Veca

Domenico Rea

 
Argomenti correlati:
appello
inquirente
magistrati
stampa questo documento invia questa pagina per mail