Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mer 22 mag. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Vigevano Paolo - 5 aprile 1988
L'Europa è un buon investimento, iscriviti !
di Paolo Vigevano, Tesoriere del Partito Radicale

SOMMARIO: Il progetto politico del Partito radicale deve essere sostenuto, entro l'anno, da almeno 3000 iscrizioni raccolte fuori dall'Italia e da almeno 4 miliardi di autofinanziamento.

(Per gli Stati Uniti d'Europa, a cura di Roberto Cicciomessere, Gianfranco Dell'Alba, Gianfranco Spadaccia - Supplemento a Notizie Radicali n. 68 del 5 aprile 1988)

Quanto costa l'Europa ? Quanto costa fare l'Europa, subito?

La domanda interessa te, interessa milioni di persone come te, in Italia e in Europa. Bisogna fare l'Europa, dare all'Europa istituzioni politiche democratiche entro i prossimi anni, subito. Nel 1992 tra i Paesi della CEE cadranno altre barriere economiche e doganali: ma già oggi la finanza, l'industria, gli affari fanno il bello e il cattivo tempo tra Roma, Parigi e Bruxelles, determinando il futuro tuo e di milioni di uomini e donne, senza il minimo controllo e indirizzo perché attualmente il Parlamento Europeo non ha i poteri sufficienti. La Rai-Tv, i giornali non te lo dicono: il futuro tuo e di milioni di uomini e donne, il futuro dei tuoi figli è già condizionato dalle scelte di pochi, al di fuori di regole democratiche approvate dalla maggioranza degli europei.

Dunque, quando il partito Radicale dice di volersi occupare dell'Europa lo fa per difendere gli interessi, le aspirazioni, le speranze tue e dei tuoi figli. Tocca perciò a te sostenerlo e farlo vivere. La Rai-Tv e i giornali non te lo dicono, ma già oggi il Partito radicale ha iscritti in Francia e in Spagna, in Jugoslavia e in Burkina Faso, in Germania e in Israele, in Portogallo e in Belgio, e nei suoi organi direttivi lavorano già cittadini europei di ogni lingua: formano il primo partito trasnazionale.

Perché esso viva e ce la faccia a trasformare in senso democratico le istituzioni europee, a far crescere i diritti civili nel mondo ha però bisogno di molti, molti più militanti, iscritti, migliaia, di cui entro l'anno almeno 3.000 dovranno venire da fuori Italia.

Le iscrizioni servono anche ad assicurare nuove, necessarie entrate. Noi abbiamo calcolato che per la stessa data dovranno essere reperiti almeno 4 miliardi in autofinanziamento.

Fare gli Stati Uniti d'Europa costa, certo.

Ma l'Europa democratica è anche un buon affare, un buon investimento per un avvenire di pace, di vita, di giustizia e di democrazia per tutti e ciascuno.

Europa non è facile. Ma non possiamo permetterci di non farcela.

Con il Partito radicale trasnazionale possiamo tentare, come altre volte, di fare il miracolo.

(Il costo della tessera è pari all'1% del Prodotto interno lordo pro-capite del paese in cui risiede l'iscritto.

Il costo della tessera nei vari paesi è stato calcolato sulla base dei dati più aggiornati della Banca Mondiale (relativi ai PIL pro-capite del 1985).

Per ciascun paese è stato effettuato un arrotondamento per consentire la divisibilità della quota annuale per 365 e avere così anche la quota giornaliera.

Nei paesi a regime autoritario, in cui l'iscrizione al Pr possa essere considerata come reato, la quota di iscrizione è zero.

Il valore delle quote in lire italiane è stato calcolato sulla base delle quotazioni dell'8.2.1988.)

 
Argomenti correlati:
Unione europea
Autofinanziamento
stampa questo documento invia questa pagina per mail