Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
gio 13 giu. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Delo - 28 dicembre 1988
ZAGABRIA (63) IL CONGRESSO DEL PR

SUL CONGRESSO DEI RADICALI UNA RISPOSTA TOP SECRET

DELO - 28 dicembre 1988 - Pagina 7

SOMMARIO: Top segret la risposta al Parlamento sloveno sul congresso radicale di Zagabria. Il comitato sociopolitico ha concluso di non aver ricevuto delle spiegazioni soddisfacenti riguardo al divieto del congresso radicale.

(RADIKALNE NOVOSTI a cura di MARINO BUSDACHIN e SANDRO OTTONI - hanno collaborato: MASSIMO LENSI, FULVIO ROGANTIN, PAOLA SAIN JAN VANEK, ANDREA TAMBURI - TRIESTE, 1 gennaio 1989)

Lubiana, 27 dicembre - All'ultima riunione del parlamento sloveno (del 19 dicembre) il deputato Dusko Kos aveva chiesto chiarimenti sugli accordi con il Partito Radicale per il congresso di Zagabria, se le risposte degli organi competenti erano state adeguate e se si avesse potuto tenere il congresso a Lubiana.

I deputati hanno oggi ricevuto una risposta top secret, la discussione all'assemblea però è stata molto movimentata, forse anche a causa di questo.

I deputati non hanno discusso la legittimità delle risposte ricevute, però hanno criticato la disinformazione del comitato per la politica estera e hanno detto che è inaccettabile ricevere una risposta top secret a una domanda fatta pubblicamente.

Il comitato sociopolitico ha concluso di non aver ricevuto delle spiegazioni soddisfacenti riguardo al divieto del congresso radicale.

Il comitato è stato informato che non esiste nessuna possibilità per fare il Congresso in Jugoslavia però è del parere che non sia ammissibile che gli organi competenti abbiamo preso una simile decisione senza delle argomentazioni valide e che i deputati ed il pubblico hanno saputo della decisione soltanto adesso, mentre questa era presa già da tempo. Il comitato è dispiaciuto perché non si è potuto sistemare la questione in tempo e adeguatamente, così che la decisione non potesse danneggiare l'immagine della Jugoslavia nell'Europa e non potesse ostacolare il suo inserimento in questa.

Rispettando le decisioni del governo Jugoslavia il comitato esprime il proprio rammarico a causa del divieto del congresso radicale e spera che questo avvenimento non influirà sui rapporti futuri della Jugoslavia con il resto dell'Europa.

 
Argomenti correlati:
zagabria
delo
stampa questo documento invia questa pagina per mail