Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
sab 24 feb. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
VJESNIK - 30 dicembre 1988
ZAGABRIA (68) IL CONGRESSO DEL PR

IL CONGRESSO DEI RADICALI RIMANDATO?

La decisione deve essere riportata il 2 gennaio al consiglio federale del Pr a Trieste.

VJESNIK - 30 dicembre 1988 - Pagina 2

SOMMARIO: L'interrogatorio di terzo grado subito dal radicale Vito Cesmadinski da parte della polizia per ottenere i nomi degli iscritti iugoslavi al Pr. Un gesto superfluo - ha commentato Pannella - perché le autorità iugoslave avrebbe potuto ottenere la lista degli iscritti, non solo iugoslavi ma di tutto il mondo, semplicemente chiedendola direttamente al partito.

(RADIKALNE NOVOSTI a cura di MARINO BUSDACHIN e SANDRO OTTONI - hanno collaborato: MASSIMO LENSI, FULVIO ROGANTIN, PAOLA SAIN JAN VANEK, ANDREA TAMBURI - TRIESTE, 1 gennaio 1989)

Il congresso del Pr che si sarebbe dovuto tenere dal 4 all'8 gennaio a Zagabria, probabilmente dovrà essere rimandato, e questa sarebbe la prima volta nella storia del Pr. La decisione finale sarà presa al consiglio federale il 2 gennaio a Trieste. Nel frattempo i radicali hanno cominciato con uno sciopero della fame per il dialogo con le autorità jugoslave, e per il 30 dicembre hanno annunciato delle manifestazioni davanti le ambasciate jugoslave a Roma, Bruxelles e Madrid, e davanti ai consolati jugoslavi di Milano, Trieste, e sostenere l'entrata della Jugoslavia nella CEE.

Il Pr sostiene che le autorità jugoslave non sono adeguatamente informate delle buone intenzioni radicali, per questo ha organizzato un digiuno per un'apertura del dialogo con le autorità, che è cominciato alle 24 del 28 dicembre al quale hanno aderito più di 540 persone dell'Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Ungheria, Belgio...

Nel frattempo molti giornali italiani riferivano la notizia dell'arresto del membro del Pr Vito Cermadinski e del terzo grado subito da lui nel quale gli si domandava chi fossero gli altri iscritti jugoslavi al Pr. Il leader Marco Pannella ha in seguito dichiarato che questo gesto è stato del tutto superfluo, perché le autorità jugoslave avrebbero potuto chiedere la lista degli iscritti non soltanto jugoslavi ma di tutto il mondo, direttamente allo stesso partito.

Il tesoriere del partito ha dichiarato che il Pr ha stipulato un accordo regolare con l'agenzia turistica Kompas per l'organizzazione del congresso.

SILVIDE TAMASEVIC

 
Argomenti correlati:
zagabria
trieste
VJESNIK
stampa questo documento invia questa pagina per mail