Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
gio 07 dic. 2023
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Vigevano Paolo - 16 gennaio 1989
500 lire al giorno per il Partito radicale del 1989
di Paolo Vigevano

SOMMARIO: Apertura della campagna d'iscrizione al Partito radicale per il 1989.

(Notizie Radicali n.7 del 16 gennaio 1989)

A poco più di due mesi dal congresso, i problemi, le difficoltà che il partito incontra sulla strada del transnazionale possono essere almeno in parte superate con il vostro contributo, con la vostra iscrizione per l'89.

Organizzare un Consiglio federale in Jugoslavia, o a Gerusalemme, significa assicurare informazione sul Partito radicale attraverso i mezzi di comunicazione italiani, quale altrimenti sarebbe impossibile, Ma significa anche denaro. Garantire la possibilità di seguire le riunioni del Consiglio federale a tutti i presenti, nella propria lingua, significa assicurare un diritto di partecipazione, ma rappresenta un costo ineliminabile.

Tentare di potenziare l'attività in Jugoslavia attraverso il rafforzamento della struttura di Trieste, poter dare il via alla stampa del Numero Unico sul Partito radicale, documento essenziale per la presentazione delle nostre lotte e dei nostri progetti nel maggior numero possibile di paesi, organizzare e realizzare il congresso del partito a Pasqua al di fuori dell'Italia, poter confermare l'impegno di indire la riunione per la costituzione della Lega Internazionale antiproibizionista, significa affrontare dei costi oggi sostenibili solo con la vostra iscrizione, il vostro contributo per il 1989.

Né basterà l'aver adeguato la quota di iscrizione (in attuazione di quanto stabilito dal Congresso di Bologna) a 500 lire al giorno, se ciascuno non rifletterà sul fatto che iscriversi alla quota minima non può garantire un adeguato autofinanziamento di queste iniziative. Le 500 lire al giorno (182.500) per molti sono una cifra che non costituisce un significativo aggravio del proprio bilancio.

Possiamo autofinanziare le iniziative che ci attendono solo se nei prossimi due mesi si realizzerà uno sforzo di ciascuno analogo a quello della scorsa estate, e soprattutto se ciascuno includerà nel proprio bilancio personale del 1989 la voce "Partito radicale" come una spesa quotidiana essenziale. Un caffè, un giornale, un biglietto d'autobus, un pacchetto di sigarette, per non parlare di un pranzo al ristorante, sono spese che molti affrontano quotidianamente e che costano di più, o molto di più delle 500 lire al giorno della quota di iscrizione di quest'anno.

Riflettete, tra le voci di spesa dove collocare la voce "Partito radicale".

 
Argomenti correlati:
iscrizione
Bohinj
Transnazionale
stampa questo documento invia questa pagina per mail