Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
sab 20 lug. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Il Partito Nuovo - 1 agosto 1991
L'Europa tradita

SOMMARIO: L'Europa dei »vertici e del deficit di democrazia, sembra favorire, anzichè scongiurare, le tragedie politiche ed umane del nostro tempo. Con una dichiarazione del 10 agosto, che riportiamo, Marco Pannella esprime sdegno nei confronti della Comunità, che non ha saputo affrontare l'emergenza albanese.

(Il Partito Nuovo, n.3, Agosto 1991)

Sdegno e vergogna contro questa Comunità europea del tradimento di tutte le speranze, gli impegni, gli interessi ideali e pratici della democrazia e del Continente, di fronte alla tragedia albanese, a quella yugoslava, alle altre che incalzano e che l'Europa dei »vertici e del deficit di democrazia e di Parlamento preparano anzichè scongiurare.

Mi vergogno di essere »europeo di questa Comunità, pronta ai peggiori istinti nazionalconservatori dei suoi »leader . Dopo la figura ignobile sul crollo della democrazie popolari, sulla caduta del muro di Berlino, di fronte a Gheddafi, nel conflitto contro Saddam, di fronte agli assassini e terroristi del Medio Oriente, Iran e Siria in testa, non accetterò più di qualificarmi e di essere qualificato come »europeo . Sono un federalista - europeo - e un rivoluzionario eversore di fronte alla CEE della vergogna.

Agli albanesi, che il gioco delle potenze, anche occidentali, ha lasciato per un quarantennio sotto la più crudele e volgare delle dittature e che oggi sono riuniti in un solo gigantesco stadio della fame e della disperazione, chiediamo perdono e offriamo come Partito Radicale la promessa di una lotta senza riserve, appena possibile, per loro e con loro.

 
Argomenti correlati:
pn-3
pannella marco
albania
stampa questo documento invia questa pagina per mail