Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mer 22 mag. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Il Partito Nuovo - 1 agosto 1991
I Sindaci dicono no al proibizionismo

SOMMARIO: I Sindaci delle città di Amburgo, Zurigo, Amsterdam e Francoforte sul Meno, attraverso la »Risoluzione di Francoforte , dicono no al proibizionismo in materia di droga. Altre città europee, italiane, norvegesi, austriache, polacche, olandesi, greche, aderiscono all'iniziativa e, con i loro rappresentanti, saranno presenti a Zurigo, nel novembre '91, per la »seconda Conferenza internazionale delle città europee al centro del traffico di droghe .

(Il Partito Nuovo, n.3, Agosto 1991)

I sindaci di venti città europee si riuniranno a Zurigo dal 20 al 22 novembre prossimo - dove si terrà la seconda Conferenza internazionale delle Città europee al centro del traffico di droghe - per discutere un politica nuova e diversa, nei confronti delle droghe.

Base di partenza di questo incontro è una semplice constatazione: il proibizionismo è fallito e nuove strade devono essere percorse per affrontare e contenere i danni prodotti dal traffico illegale, e quindi dal consumo illegale, di droghe. Occorre legalizzare: solo così si può incidere radicalmente sull'immenso mercato clandestino, con i suoi profitti e con le sue disastrose conseguenze.

La »Risoluzione di Francoforte , firmata nel novembre del '90 dai sindaci di Amburgo, Zurigo, Amsterdam e Francoforte sul Meno, rappresenta un rivolgimento totale rispetto a tutto quello che è stato fatto fin'ora.

Hanno firmato la risoluzione città dell'Austria, della Norvegia, dell'Olanda, della Germania, dell'Italia e della Polonia. I sindaci di queste città hanno dichiarato di voler partecipare ai lavori di Zurigo come osservatori o addirittura facendo proprio il contenuto della Risoluzione e aderendo in toto al progetto di Francoforte.

Si tratta di persone che governano grandi città coinvolte nella catastrofe prodotta dal proibizionismo e che da questa catastrofe vogliono uscire. Si tratta di persone che - semplicemente - hanno accettato di affrontare con la ragione un problema non più rinviabile, che coinvolge la sicurezza di intere regioni del mondo.

Invitiamo i Sindaci, i Parlamentari e gli eletti dei paesi democratici a comunicare la loro adesione (come osservatori o partecipanti alla »seconda Conferenza internazionale delle città europee al centro del traffico di droghe ) a Emilie Liebermerr, Sozialamt der Stadt Zurich, Zentralsekrtariat, Amtshaus Helvetiaplatz CH-8026 Zurich (fax 41/1/2910989) e ai recapiti del Partito Radicale, a Roma, Mosca, Budapest, Praga, Bruxelles, che troverete nell'ultima pagina di questo giornale.

 
Argomenti correlati:
pn-3
sindaco
zurigo
francoforte
conferenza
europa
stampa questo documento invia questa pagina per mail