Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
lun 24 giu. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Federazione dei Verdi - 10 gennaio 1992
DOCUMENTO DI SALUTO AL CONGRESSO DEI RADICALI ITALIANI (9/12 gennaio 1992), APPROVATO ALL'UNANIMITA' DAL COORDINAMENTO NAZIONALE DELLA FEDERAZIONE DEI VERDI.

SOMMARIO: Il documento di saluto della federazione dei verdi italiani letto al IV Congresso italiano del Pr (Roma, 9/12 gennaio 1992) da Francesco Rutelli

-------------------------------------------

Il Coordinamento della Federazione dei Verdi, riunito a Roma il 10 gennaio per la preparazione dell'Assemblea Federale in programma a Chianciano nei giorni 17, 18 e 19 gennaio, rivolge il proprio saluto alla riunione del Congresso Radicale Italiano.

Dopo aver discusso sui rapporti tra Verdi e Radicali, il Coordinamento esprime il proprio apprezzamento per la decisione del Partito Radicale di dare vita ad una formazione transnazionale e la propria convergenza sui temi di fondo di questa iniziativa.

Il pianeta si avvia al 2000 su una china di insostenibilità ecologica e sociale per la vita dell'ecosistema e degli oltre 6 miliardi di persone che lo abiteranno, che saranno 10 miliardi nel 2030.

Il 1992 in particolare vedrà la celebrazione dell'Earth Summit in Brasile, che si annuncia come un gigantesco insuccesso nel tentativo di corresponsabilizzare paesi e popoli del Nord e del Sud nella lotta alla povertà, per un'interdipendenza che crei maggiore equità.

La disfatta dei regimi comunisti apre inquietanti prospettive di esplosione di nazionalismi e violenza e crescenti crisi ambientali e sociali che potrebbero essere governate in via autoritaria anziché democratica.

Per queste ragioni, un impegno vasto ed incisivo sui temi e gli obiettivi puntuali del federalismo democratico, dell'ecologia, dei diritti umani, della nonviolenza, dell'antiproibizionismo in materia di droghe a livello transnazionale ci appare più che mai opportuno e necessario.

Di fronte alla concreta, democratica organizzazione di questo Partito transnazionale, non potrà che ampliarsi l'adesione diretta dei Verdi al PR e realizzarsi una convergenza di iniziative innanzitutto sui temi ambientali. Va ricordato che nei giorni scorsi Adelaide Aglietta, iscritta al Partito Radicale, è stata rieletta alla Presidenza del Gruppo dei Verdi al Parlamento Europeo.

Il Coordinamento della Federazione dei Verdi si augura che il Congresso dei Radicali Italiani dia un contributo chiaro e forte a questo nascente progetto transnazionale.

Quanto alle riflessioni e proposte avanzate da Marco Pannella durante l'ultima Convenzione dei Verdi, esse saranno discusse attentamente - assieme a tutte le altre proposte ed opportunità sul tappeto - nella prossima Assemblea Federale dei Verdi. Stiamo discutendo su varie ipotesi, ma tutte imperniate sulla convinzione che la politica ecologica e l'ecologia della politica hanno uno spazio cruciale nella società italiana e debbono trovare una forte e convincente presenza anche nel prossimo Parlamento.

Sul versante italiano, i Verdi sono pronti a confrontarsi positivamente con l'orientamento del Partito Radicale di non riproporsi come una delle formazioni di un panorama politico sempre più frammentato ed in crisi, ma di cercare di costituire una sede di dialogo e confronto per la riforma della politica nel nostro paese.

Anche a questo fine, seguiremo con attenzione i vostri lavori, cui auguriamo con amicizia un vero successo.

 
Argomenti correlati:
documento
roma
rutelli francesco
ecologia
stampa questo documento invia questa pagina per mail