Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
ven 14 giu. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Lista Pannella - 12 marzo 1992
CHIUNQUE TU SIA, QUALI CHE SIANO LE COSE IN CUI CREDI, LA TUA STORIA, IL TUO GRUPPO, IL TUO PARTITO...
Ci appelliamo alla tua ragionevolezza,

alla tua lealtà, alla tua onestà intellettuale.

E, in molti casi, alla tua riconoscenza.

SOMMARIO: Il testo del volantino diffuso dalla "lista Marco Pannella" nel corso della campagna elettorale per il rinnovo del Parlamento Italiano (5-6 aprile 1992).

Siamo i soli a volere il sistema di voto americano, persona contro persona. Due o tre partiti, tutto il potere a chi governa, tutto il controllo all'opposizione. Né Segni, né Occhetto, né Bossi, né La Malfa vogliono questa riforma, che farebbe scomparire tutti gli attuali partiti. Se è questo che volete non potete che votarci.

Siamo i soli a voler attaccare alla base la criminalità mafiosa e politica, strappandole decine di migliaia di miliardi ed il potere sull'esercito crescente e disperato dei tossicodipendenti. E a unificare tutte le forze di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza inclusi.

Siamo i soli 'referendari' che abbiano raccolto firme sui nove referendum, gli unici a difendere anche quelli per l'abolizione del finanziamento pubblico dei partiti e sulla legge sulla droga. Conoscete qualche altro più capace di noi per questa lotta?

Siamo i soli liberi di difendere riforme economiche e sociali, Estranei come siamo ai potentati economici "pubblici" e "privati", che sono due facce della stessa medaglia partitocratica.

Siamo i soli ad aver piena continuità con le lotte per i diritti umani e civili: divorzio, aborto, voto ai diciottenni, obiezione di coscienza, riforma del diritto di famiglia, referendum contro nucleare e caccia, per la giustizia giusta e contro il porto d'armi, per Enzo Tortora e quelli del '7 aprile', contro le leggi eccezionali dei partiti dell'unità nazionale. I soli ad aver difeso la vita di Aldo Moro contro quanti (lo confessa Cossiga) l'hanno voluta spegnere.

Siamo i soli in grado di affrontare Aids e sieropositività come urgenti problemi di vita per tutti, con la stessa decisione con cui abbiamo fatto le altre battaglie. Luigi Cerina, leader italiano di questa lotta, è fra i nostri capolista a Roma, Torino, Milano.

Siamo i soli ad indicare chi vogliamo alla guida del governo dell'alternativa: Marco Pannella. Ha forza, storia, determinazione, per farlo. Confrontalo con ogni altro.

Abbiamo fatto della nostra povertà la nostra forza. Non abbiamo le mani in pasta! Si può dire lo stesso di La Malfa o anche Occhetto?

Siamo i soli fra democristiani, pidiessini, comunisti, socialisti, verdi, repubblicani, liberali, socialdemocratici, missini, che puoi cancellare, non votandoci, dal Parlamento, dalle istituzioni, dai mass-media.

E' possibile che proprio noi, solo noi, non raggiungiamo quel quoziente minimo di voti che consente di entrare in Parlamento. Il Partito Radicale, nel 1976, ci riuscì solo per trecento voti: senza quelli gli altri quattrocentomila sarebbero stati annullati. Te ne preghiamo: rifletti. E decidi. Liberamente. Non per abitudine, rassegnazione, mancanza di speranza...

ORA TUTTI GRIDANO CONTRO QUESTA PARTITOCRAZIA CHE ASSIEME HAN FATTO VIVERE, E CHE ERAVAMO SOLI A DENUNCIARE. PERCHE' MAI SAPRANNO FARE, E MEGLIO DI NOI, QUELLO CHE NON HAN SAPUTO FARE SINO A IERI?

E ANCHE AI BOSSI, SENZA LA NOSTRA ESPERIENZA, LA NOSTRA COLLAUDATA, UNICA, FORZA DI ONESTA' E DI ALTERNATIVA, NON PRESUNTA MA PROVATA, COSA SERVIREBBERO UN CENTINAIO DI PARLAMENTARI, D'UN TRATTO?

EVITA DI PASSARE COME UN GREGGE DA UN PASCOLO ALL'ALTRO. PERCHE' QUALCHE RESPONSABILITA' L'AVRANNO PURE GLI ELETTORI. ANCH'ESSI DEVONO CAMBIARE. O NO?

 
Argomenti correlati:
elezioni
partitocrazia
uninominale
stampa questo documento invia questa pagina per mail