Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
dom 19 mag. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Marini Sandro, Nicolosi Rino - 11 febbraio 1993
Nicolosi: perché ho preso la tessera radicale
L'esponente dc spiega le ragioni della sua adesione al Pr

di Sandro Marini

SOMMARIO: Tre le ragioni dell'iscrizione. »Il valore trasnazionale del partito, un'intuizione profetica di Pannella ; A fronte di una ideologia politica basata sull'intolleranza e la prevaricazione, Pannella rappresenta un punto di riferimento che riafferma il valore della politica come elemento di aggregazione e di composizione; la chiusura del Pr rappresenterebbe un impoverimento del dibattito politico nel momento in cui ci sono tanti che vogliono portare avanti l'ideologia del "conformismo del rinnovamento".

(IL POPOLO, 11 febbraio 1993)

E' passata una settimana da quando alcuni esponenti democristiani hanno dato la mano a Marco Pannella, iscrivendosi al Partito radicale. Abbiamo incontrato ieri il vicepresidente del gruppo dc alla Camera Rino Nicolosi, primo dc ad aver preso la tessera del Pr, per capire le ragioni della sua scelta.

Onorevole, può spiegare come mai ha sentito il bisogno di accogliere l'invito di Pannella?

NICOLOSI - Sostanzialmente per tre motivi. Intanto il valore transnazionale del partito, un'intuizione profetica di Pannella. Oggi è indubbio che una serie di valori che riguardano la convivenza mondiale ed i diritti inalienabili dell'uomo trovano difficoltà nelle istituzioni e nelle convenienze nazionali. Proprio la capacità di creare una sensibilità politica nuova, riferita ai valori della solidarietà, è in grado di superare i vincoli degli egoismi dei quali le istituzioni nazionali sono permeate. La seconda ragione riguarda il contesto nazionale. La mia adesione ha un forte carattere di provocazione politica. Perché parte dalla constatazione che oggi la posta in palio nel nostro paese non è solo il tipo di democrazia ma anche il metodo democratico. Sta nascendo una ideologia politica per categorie del bene e del male portate arrogantemente avanti nella logica dell'intolleranza e della prevaricazione. A fronte di questa linea di tendenza, Pannella rappresenta autorevolmente un punto di riferimento che ri

afferma il valore della politica come elemento di aggregazione e di composizione. Il terzo punto è che il Pr non si spenga per mancanza di mezzi economici Perché lo spegnersi della sua voce sarebbe un impoverimento del dibattito politico in un momento nel quale in una logica schematicamente semplificatoria ci sono tanti altri ad avere interesse a portare avanti l'ideologia del conformismo del rinnovamento.

Questi sono gli aspetti unificanti, ma come si pone sulle altre questioni politiche.

NICOLOSI - Tutti i valori fondamentali sui quali abbiamo anche dialetticamente conteso in quest'ultima fase storica, dividono i dc che hanno aderito al Pr, da Pannella. La riaffermazione di questa diversità e al tempo stesso la convergenza sul metodo democratico che rende possibile un rapporto di collaborazione. In altre parole non siamo di fronte ad una doppia militanza in termini tradizionali. Quasi fosse possibile un'ambivalenza rispetto alle posizioni dei cattolici democratici e dei radicali. La mia militanza rimane esclusivamente quella democristiana che naturalmente si allarga e si incontra con i radicali sulle grandi questioni della libertà, della giustizia, della solidarietà e della tolleranza.

Ma le posizioni radicali sulla droga e sull'aborto. il loro laicismo e anticlericalismo, non sono in contraddizione con i principi cristiani?

NICOLOSI - L'anticlericalismo mi sembra fortemente attenuato. Ho apprezzato molto il riferimento a Don Romolo Murri fatto da Pannella nel primo discorso al congresso ed il profondo rispetto nei confronti della tradizione dei cattolici. Pannella, inoltre, ha insistito molto sul fatto che c'è da parte dei radicali una concordanza nel rispetto dei valori fondamentali della vita e del no alla droga. La differenza per Pannella non è nei fini ma negli strumenti per raggiungere questi fini. Da queste premesse ribadisco che non c'è nessun tentennamento rispetto ai capisaldi della posizione dc che si ispira ai principi e giudizi della Chiesa. Su queste cose la militanza è una ed assoluta.

Come valuta l'adesione di alcuni parlamentari dc attualmente coinvolti in vicende giudiziarie?

NICOLOSI - L'adesione di ognuno trova ragioni proprie che riguardano la coscienza di ciascuno. Posso dirle che per me non rappresenta minimamente la ricerca di garanzie o di un mantello protettore. Non si tratta di andare a trovare un avvocato di ufficio per quanto di prestigio possa esser Pannella. Sarebbe una interpretazione misera e riduttiva.

 
Argomenti correlati:
intervista
iscrizione
aborto
nicolosi rino
trasnazionale
stampa questo documento invia questa pagina per mail