Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
ven 21 giu. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Napolitano Giorgio - 7 aprile 1993
Autorizzazioni a procedere: lettera di Giorgio Napolitano

SOMMARIO: Risposta del Presidente della Camera Giorgio Napolitano alla lettera del deputato del gruppo federalista europeo Roberto Cicciomessere [testo n. 5244] con la quale aveva avanzato alcune proposte per accelerare l'esame delle domande di autorizzazione a procedere. Il Presidente Napolitano raccoglie il suggerimento teso a »ricercare una possibile soluzione delineando una più rapida procedura di esame in sede di Giunta ed al tempo stesso individuando più definiti e circoscritti confini della deliberazione dell'Assemblea .

----------------------------

7 aprile 1993

Onorevole Cicciomessere,

ho ricevuto la sua lettera del 30 marzo u.s. concernente le questioni connesse all'esame delle autorizzazioni a procedere. Comprendo in proposito le sue preoccupazioni e condivido lo spirito di ricerca di soluzioni possibili.

Sin dall'inizio della mia presidenza, dinanzi al significativo incremento delle richieste avanzate dalla magistratura, ho vigilato, tramite un costante e proficuo contatto con il Presidente Vairo, perchè i lavori della Giunta per la autorizzazioni a procedere avessero forte impulso e termini definiti; così come in sede di Conferenza dei Capigruppo ho costantemente segnalato la necessità di aumentare il tempo destinato in aula all'esame delle proposte della Giunta. Vi è stata una disponibilità sul punto dei Presidenti di gruppo e ciò ha consentito, come lei pure ricorda, di non aver un arretrato di entità apprezzabile. Concordo comunque con lei nel ritenere non decisivi e non definitivi questi risultati, pur importanti e da sottolineare all'opinione pubblica, molto sensibile a tale tema e non sempre compiutamente informata.

Non può infatti non preoccupare il carico assai ingente di lavoro che, nel frattempo, continua a riversarsi sulla Giunta delle autorizzazioni che deve ovviamente procedere, nel suo complesso e delicato compito, nel pieno rispetto delle forme e dei passaggi previsti a garanzia della stessa funzione parlamentare oltre che dei singoli deputati dalle vigenti norme.

Sotto quest'ultimo profilo ritengo interessante il suggerimento, da lei concretato anche in una proposta di modifica regolamentare, di ricercare una possibile soluzione delineando una più rapida procedura di esame in sede di Giunta ed al tempo stesso individuando più definiti e circoscritti confini della deliberazione dell'Assemblea.

In tal senso mi riservo di verificare l'esistenza delle condizioni necessarie per affrontare il tema nella sua naturale sede costituita dalla Giunta per il regolamento. Verifica che opererò anche tenendo presente le connessioni esistenti fra un possibile orientamento sul punto e le determinazioni che la Camera assumerà nell'esame, in corso presso la Commissione speciale presieduta dall'on. Gitti, del progetto di legge costituzionale di riforma dell'articolo 68.

Nel ringraziarla, in conclusione, delle considerazioni e proposte formulate, le assicuro che sarà mia cura informarla sugli eventuali sviluppi delle consultazioni che intendo intraprendere.

Cordialmente

Giorgio Napolitano

 
Argomenti correlati:
autorizzazioni a procedere
regolamento
stampa questo documento invia questa pagina per mail