Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
ven 24 mag. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
CORA - 9 maggio 1993
MOZIONE APPROVATA DAL CONSIGLIO GENERALE DEL CORA (7, 8 E 9 MAGGIO 1993)

SOMMARIO: Il Consiglio generale del Cora invita il segretario ad intervenire perché sia data »garantita immediata ed integrale applicazione degli effetti della vittoria dei Sì nel referendum parzialmente abrogativo della legge sulla droga e perché »sia garantita pari dignità e confronto a tutte le forze politiche e sociali del nostro Paese nei lavori della prossima conferenza nazionale sull'applicazione della legge . Invita infine il segretario a valutare la possibilità di lanciare una campagna di sottoscrizione di »una serie di proposte di legge di iniziativa popolare per la riforma delle politiche sulle droghe . Segue il testo di una raccomandazione con cui s'invita il segretario ad »organizzare al più presto un seminario di approfondimento sulle questioni legate al ruolo del CORA nel Partito Radicale ed a quelle contenute nel documento predisposto da Giancarlo Arnao .

------------------------------------------------------

Il Consiglio generale del CORA, riunitosi a Roma nei giorni 7, 8 e 9 maggio 1993, sentite le relazioni del Segretario, del Tesoriere, della Presidente e della Presidente del Consiglio generale, le approva.

Il Consiglio,

di fronte alla grande vittoria dei Sì per l'abrogazione di una parte della legge Jervolino-Vassalli;

ringrazia per il grande e prezioso impegno gli operatori, uomini e donne di cultura e di chiesa, i parlamentari dell'Intergruppo antiproibizionista e i militanti del CORA per la straordinaria mobilitazione che ha assicurato al Paese questa vittoria;

sottolinea il grande significato democratico, civile, giuridico, sociale e politico dell'espressione popolare, che deve essere il primo passo per una più generale e radicale riforma delle politiche sulle droghe nel nostro Paese. Riforma che ha come obiettivo quello della legalizzazione di tutte le sostanze psicotrope;

al fine di assicurare la piena e immediata attuazione del referendum, invita il Segretario a:

1. intervenire presso il Presidente della Repubblica, il Presidente del Consiglio ed i Ministri competenti affinché sia garantita immediata ed integrale applicazione degli effetti della vittoria dei Sì. Anche per ridare la libertà a coloro che oggi sono ingiustamente detenuti e assicurare l'autonomia terapeutica dei medici nella cura delle tossicodipendenze garantendo la disponibilità di tutti i farmaci sostitutivi;

2. intervenire presso il Presidente del Consiglio ed i Ministri competenti affinché sia garantita pari dignità e confronto a tutte le forze politiche e sociali del nostro Paese nei lavori della prossima conferenza nazionale sull'applicazione della legge 162/90, così come indicato da una mozione del Parlamento;

richiamati e riconfermati gli obiettivi indicati dalla mozione approvata al IV Congresso nazionale del CORA

invita il Segretario a valutare se ci sono le condizioni per lanciare al più presto una grande campagna di sottoscrizione di una serie di proposte di legge di iniziativa popolare per la riforma delle politiche sulle droghe, almeno sulle seguenti materie:

a) modifica della legge 162/90 con l'inserimento di interventi tesi a ridurre il danno personale, sociale e sanitario, connesso con il consumo e la dipendenza da sostanze "stupefacenti", legali e illegali, nell'ambito di una nuova politica sulle droghe;

b) modifica della legge 135/90 sull'Aids;

c) regolamentazione della coltivazione delle piante oggi illegali, per uso personale;

d) legalizzazione della produzione, commercio ed uso dei derivati della cannabis;

e) adesione delle maggiori città italiane alla Risoluzione di Francoforte attraverso gli strumenti previsti nei rispettivi Statuti;

f) denuncia e richiesta di modificazione delle Convenzioni internazionali in materia;

invita, infine, i militanti del CORA, in vista delle prossime elezioni amministrative del 6 giugno, a sottoporre alla firma dei candidati Sindaci la Risoluzione di Francoforte.

______________________________________

Il Consiglio generale ha poi approvato la seguente raccomandazione agli organi esecutivi:

Il Consiglio generale invita il Segretario ad organizzare al più presto un seminario di approfondimento sulle questioni legate al ruolo del CORA nel Partito Radicale ed a quelle contenute nel documento predisposto da Giancarlo Arnao.

 
Argomenti correlati:
droga
mozione
proposta di legge
raccomandazione
stampa questo documento invia questa pagina per mail