Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mer 17 lug. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Minkevicius Jokubas - 1 febbraio 1994
NESSUNO TOCCHI CAINO - 26 - EREDITA' DEL PASSATO

Jokubas Minkevicius Lituania

L'eco della Lituania, 29 dicembre

SOMMARIO: L'Associazione per l'abolizione della pena di morte entro il 2000 chiede a tutti i governi una moratoria delle esecuzioni e l'abolizione della pena di morte in Europa. L'autore ritiene che sia l'opinione pubblica che gli organi di autorità competenti non sono ancora pronti, perciò egli rivolge l'appello a tutti gli intellettuali.

("NESSUNO TOCCHI CAINO", 1 febbraio 1994)

... Nell'ambito del suo programma di lotta per la difesa dei diritti umani, il Partito radicale ha sollevato il problema della pena di morte. La questione viene fuori da due fondamentali documenti della nostra epoca: la Dichiarazione dei diritti umani e la Convenzione europea sui diritti dell'uomo, nonché da tutte le Costituzioni di quegli Stati che osservano i principi contenuti in quelli. Il Partito radicale, battendosi decisamente per il diritto alla vita, condanna la pena di morte in quanto misura punitiva.

... La politica repressiva e le sue vittime nell'ex-URSS sono abbastanza note. Ma anche con il crollo del regime totalitario la coscienza della repressione si è conservata; e non solo la coscienza, anche la pratica.

... Qual è il nodo della pena di morte e della sua abolizione? Perché per due giorni questo tema è stato dibattuto al Parlamento Europeo da parte di eminenti personalità della politica, del diritto, della scienza e della cultura, da membri del Partito radicale transnazionale, da rappresentanti di vari Paesi?

... L'opinione pubblica vuole leggi più severe e più dure condanne, fino all'annientamento fisico dei criminali. Tuttavia c'è un dubbio che ci costringe a riflettere: una politica che adotta misure repressive estreme può rappresentare la panacea nei confronti del male tanto diffuso?

Il segretario del Partito radicale transnazionale, Emma Bonino, che ha impegnato le sue forze per la costituzione del Tribunale internazionale contro i crimini di guerra nella ex-Jugoslavia, ha detto che, a differenza del processo di Norimberga, questo tribunale non emetterà nessuna condanna a morte.

E così, su iniziativa del Partito radicale che infrange il circolo vizioso dell'occhio per occhio, dente per dente, l'Associazione per l'abolizione della pena di morte entro il 2000, si rivolge a tutti i Governi con i seguenti obiettivi: una moratoria delle esecuzioni e l'abolizione della pena di morte in Europa, inclusa la Lituania.

Poiché, a causa della diffusione della criminalità e della scarsa sensibilità in materia di diritto, tanto l'opinione pubblica che gli organi di potere competenti non sono pronti a fare un simile passo, rivolgiamo il nostro appello a tutti gli intellettuali.

 
Argomenti correlati:
informazione
fondazione
abolizione
stampa questo documento invia questa pagina per mail