Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mer 22 mag. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Moutomb Jean Ghislain, Uzomba Nwaogu Montgomery - 18 marzo 1994
(10) Digiuno di Olivier Dupuis per il tribunale internazionale

SOMMARIO: Testo di un volantino che alcuni radicali africani hanno distribuito a Roma per invitare i loro concittadini a partecipare alla Marcia di Pasqua

--------------------------------------

Care amiche, cari amici africani,

dopo quarant'anni nei quali i regimi a partito unico hanno imperversato quasi ovunque, da due, tre anni a questa parte, un numero significativo, se non la maggioranza, dei paesi africani ha imboccato la strada della democratizzazione.

Questo processo ha avuto di già conseguenze enormi. Numerosi paesi hanno visto le loro prime elezioni democratiche dal momento della loro indipendenza, sono stati avviati i processi di separazione dei poteri, dei mass-media non assoggettati stanno nascendo un pò ovunque.

Ovviamente il cammino è ancora lungo. Da una parte perché molti dei nostri paesi non sono stati ancora toccati da questo processo; dall'altra perché laddove la democratizzazione è in corso, rimane fragile, suscettibile di essere rovesciata dalle enormi difficoltà economiche, dalla corruzione, dalla frammentazione del nostro continente che non è ancora riuscito a suscitare al suo interno processi federali di aggregazione.

Una realtà se non di certo idilliaca, comunque incredibilmente più ricca di speranza di quanto lo poteva essere quattro o cinque anni fa. Una realtà però che tutti noi africani possiamo contribuire a rafforzare, anche da qui, da quei paesi europei nei quali ci troviamo, unendoci con chi lavora alla democratizzazione delle Nazioni Unite e, soprattutto, alla nascita di una giustizia e di un diritto internazionale che possa giudicare e sanzionare, ovunque nel mondo, i crimini contro l'umanità.

In questa prospettiva, l'iniziativa del Comitato "Non c'è pace senza giustizia", promotore della Marcia di Pasqua per l'istituzione, sul modello del Tribunale ad hoc sui crimini commessi nella ex Jugoslavia, di un Tribunale internazionale permanente e l'istituzione di una moratoria universale delle esecuzioni capitali ci sembrano due obiettivi fondamentali per l'Africa.

Il Tribunale internazionale permanente, in effetti, renderebbe più difficile o più rischioso il rovesciamento delle nostre nuove democrazie da parte di avventurieri di ogni tipo per il semplice fatto che essi dovrebbero rispondere di fronte a questo tribunale delle violazioni delle leggi da loro commesse.

La sospensione, attraverso una moratoria universale, delle esecuzioni capitali ovunque nel mondo, e quindi anche sul continente africano, costituirebbe un segnale di particolare importanza, anche simbolico, rispetto alla possibilità dello stato di interferire nella vita dei cittadini.

Per queste ragioni e per tante altre, l'iniziativa della Marcia di Pasqua ci sembra di prima importanza. Per questo ti invitiamo calorosamente a parteciparvi, con quanti, tra le tue conoscenze, possono condividere questi obiettivi.

Sperando di ritrovarti domenica 3 aprile, alle ore 9, al Campidoglio,

fraterni saluti,

Jean Ghislain Moutomb (Zaire), Montgomery Uzomba Nwaogu (Nigeria)

 
Argomenti correlati:
onu
nonviolenza
volantino
roma
pasqua
stampa questo documento invia questa pagina per mail