Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mar 16 apr. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
L'Europeo - 20 aprile 1994
SGANCIATE I DOLLARI

SOMMARIO: L'iniziativa nonviolenta dei radicali per assicurare al Tribunale internazionale i finanziamenti necessari per il suo funzionamento.

(L'EUROPEO 13-20 Aprile 1994)

Hanno digiunato in 400 per venti giorni, fino all'8 aprile. Hanno solleciato l'Assemblea dell'Onu ad approvare lo stanziamento di 32 milioni di dollari (50 miliardi di lire) per il Tribunale dell'Aja. Sono i radicali, che da anni premono affinchè, come dice la presidente del Pr Emma Bonino, »nasca un germe di giustizia internazionale, e il Tribunale per la ex Jugoslavia si trasformi in Corte permanente contro tutti i crimini di guerra . Fra i digiunatori, provenienti da venti Paesi, venti parlamentari i radicali italiani Roberto Cicciomessere e Pio Rapagnà, l'europarlamentare socialista Maria Magnani Noya e altri 17 stranieri. I radicali sono anche riusciti a far stanziare dall'Italia tre miliardi per il Tribunale.

Al Pr sta particolarmente a cuore un aspetto apparentemente secondario della questione che il Tribunale sia finanziato con il bilancio ordinario dell'Onu, e non attraverso i contributi dei singoli Stati, come avviene invece per le operazioni di peace-keeping. Solo così infatti, il Tribunale diventerà una vera e propria istituzione delle Nazioni Unite. Gli Usa su questo sono d'accordo, ma per un'altro motivo al bilancio Onu contribuiscono solo col 25%, contro il 31% a loro carico per le operazioni di peace-keeping. Finora il Tribunale è andato avanti con fondi straordinari d'emergenza, e purtroppo l'assemblea dell'Onu sembra orientata a far continuare questo stato di precarietà.

 
Argomenti correlati:
l'aja
tribunale internazionale
serbia
bosnia
bonino emma
giustizia
stampa questo documento invia questa pagina per mail