Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
lun 22 lug. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Archivio Partito radicale
Partito radicale - 21 giugno 1995
LIBERATI, INSIEME AGLI ALTRI OSTAGGI, I DUE DEPUTATI E LA GIORNALISTA RUSSA, MEMBRI DEL PARTITO RADICALE TRANSNAZIONALE, OSTAGGI VOLONTARI DEI CECENI
21 giugno 1995

(comunicato stampa PRT)

SOMMARIO: Informa sulla importante vicenda dei tre iscritti al PRT presi come ostaggi volontari dai terroristi ceceni in Russia; ricorda quindi i radicali che hanno duramente pagato per la loro lotta contro la violenza e informa dell'iniziativa di Cannes.

Roma - Fra i cittadini russi che si sono offerti volontariamente come ostaggi ai terroristi ceceni per consentire senza ulteriori spargimenti di sangue la fine del sequestro di centinaia di persone, e che sono stati liberati in prossimità di Grozny, vi erano tre iscritti al Partito Radicale: i deputati della Duma Valerij BORSCEV (del gruppo "Jabloko") e Julij RYBAKOV (del gruppo ("Scelta della Russia") e la giornalista Julia KALININA, che ha seguito fino all'ultimo la vicenda per il "Moskovskij Komsomoletz", dopo essere stata più volte inviata in Cecenia. Gli stessi BORSCEV e RYBAKOV dal dicembre scorso avevano effettuato in Cecenia diverse missioni per rendersi conto di persona dell'andamento delle operazioni militari e denunciare il massacro in corso.

L'iniziativa nonviolenta degli iscritti russi si inserisce nel quadro della presenza del Partito Radicale in Russia: una presenza nel corso della quale si sono avuti in passato anche arresti e fermi per manifestazioni nonviolente e l'episodio gravissimo, i cui autori non sono ancora stati identificati, dell'uccisione del dirigente radicale Andrea Tamburi a Mosca nel Febbraio del 1994. Altri iscritti al Partito Radicale hanno in questi anni rischiato la propria vita nella ex Jugoslavia. Il mese scorso è rimasto vittima dell'abbattimento dell'elicottero, sul quale viaggiava, il vice-ministro della Giustizia della Bosnia-Erzegovina Izet MUHAMEDAGIC, che da radicale stava sostenendo la campagna internazionale per l'immediata adesione del suo Paese all'Unione Europea.

Per ribadire con forza questa richiesta, lunedì 26 Giugno radicali di molti Paesi manifesteranno a Cannes in occasione del Consiglio Europeo dei capi di Stato e di governo dell'Unione.

Partito Radicale

 
Argomenti correlati:
russia
nonviolenza
bosnia
adesione
stampa questo documento invia questa pagina per mail