Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
lun 17 giu. 2024
[ cerca in archivio ] ARCHIVIO STORICO RADICALE
Conferenza Movimento club Pannella
Partito Radicale Rinascimento - 13 giugno 1996
DALL'AGENZIA ANSA:
MAFIA: PANNELLA A PALERMO NELL' '85 DOPO TELEFONATA MAFIOSO

PALERMO, 13 GIU - IL LEADER RADICALE MARCO PANNELLA

PARTECIPO' NELL' '85 A PALERMO AI FUNERALI DI SALVATORE MARINO,

IL MAFIOSO MORTO IN QUESTURA DURANTE UN INTERROGATORIO, A

SEGUITO DELLE SOLLECITAZIONI INVIATE TELEFONICAMENTE A RADIO

RADICALE DA EMANUELE DI FILIPPO, UOMO D' ONORE DELLA FAMIGLIA DI

CORSO DEI MILLE ADESSO COLLABORATORE DI GIUSTIZIA. LO HA

SOSTENUTO STAMANE LO STESSO DI FILIPPO, ASCOLTATO IN

VIDEOCONFERENZA NELL' AULA BUNKER NEL PROCESSO PER L' ASSASSINIO

DEI FUNZIONARI DI POLIZIA BEPPE MONTANA E NINNI CASSARA', UCCISI

A PALERMO NELL' ESTATE DEL 1985. DI FILIPPO HA SOSTENUTO DI

ESSERE STATO MOLTO AMICO DI MARINO, SOSPETTATO DI AVERE

PARTECIPATO ALL' OMICIDIO DI MONTANA, E DI ESSERSI INDIGNATO

ALLA NOTIZIA DELLA SUA MORTE IN QUESTURA. ''MOSTRAI PERSINO LE

FERITE SUL CADAVERE IN UNA TRASMISSIONE TELEVISIVA - HA DETTO

OGGI IL PENTITO - E TELEFONAI A RADIO RADICALE PER SOLLECITARE

UN INTERVENTO. PANNELLA PARTECIPO' POI AI FUNERALI''.

L' INIZIATIVA DI DI FILIPPO FU DURAMENTE CRITICATA DAI

VERTICI DELLA SUA ''FAMIGLIA''; NINO MARCHESE E GIUSEPPE

LUCCHESE LO RIMPROVERARONO ASPRAMENTE SOTTOLINEANDO CHE

QUESTIONI DI QUEL TIPO VENIVANO RISOLTE ''CON IL SANGUE''. DI

FILIPPO HA POI DESCRITTO NEL DETTAGLIO IL RUOLO AVUTO DA MARINO

NELL' OMICIDIO MONTANA: ''SEGUI' IL COMMISSARIO PER TRE GIORNI -

HA DETTO IL PENTITO - POI SI OCCUPO' DI GUIDARE L' AUTO PULITA

UTILIZZATA DAL COMMANDO PER LA FUGA''.

DI FILIPPO HA AGGIUNTO CHE LA

SORTE DI NINNI CASSARA', UCCISO SEI GIORNI DOPO MONTANA, PUR

ESSENDO STATA DECISA DA TEMPO DALLA COMMISSIONE MAFIOSA, VENNE

ACCELERATA DALLA MORTE DI MARINO IN QUESTURA. ''ALLA NOTIZIA

DELLA MORTE DI MARINO, LUCCHESE SI INFURIO' - HA DETTO DI

FILIPPO - E DECISE CHE CASSARA' ANDAVA ELIMINATO SUBITO''.

IL PROCESSO E' STATO RINVIATO AL 28 GIUGNO PROSSIMO PER L'

AUDIZIONE DEL PENTITO SANTO DI MATTEO.

DALL'AGENZIA AGI:

MAFIA: PENTITO, "CHIAMAI I RADICALI PER LA MORTE DI MARINO"

Palermo, 13 giu. - "Dopo la morte in questura di

Salvatore Marino, telefonai a Radio Radicale per invitare Marco

Pannella ai funerali del giovane". A parlare e' Emanuele De

Filippo, ex killer e uomo di mafia, oggi collaboratore di

giustizia assieme al fratello Pasquale. Il pentito ha deposto

stamattina in videoconferenza a Palermo, nel processo in Corte

d'Assise per gli omicidi dei funzionari di polizia Beppe Montana

e Ninni Cassara', uccisi da Cosa Nostra nell'estate dell'85.

Secondo Di Filippo, Salvatore Marino partecipo' personalmente

a Porticello all'omicido del commissario Montana, fu pero'

arrestato e mori' per le percosse negli uffici della questura.

"Io telefonai a Radio Radicale, ma fui duramente

rimproverato da Nino Marchese - ha detto Di Filippo - che si

lamento' con me perche' un mafioso non puo' fare queste cose".

Il pentito ha ribadito che l'omicidio del vice questore

Ninni Cassara' fu deciso dalla cupola per "vendicare" la morte

di Salvatore Marino. Cassara' fu ucciso con l'agente di scorta

Roberto Antiochia mentre rientrava a casa.

 
Argomenti correlati:
stampa questo documento invia questa pagina per mail