Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mar 23 lug. 2024
  cerca in archivio   NOTIZIE
Fenomeno prostituzione a Udine. Leonarduzzi, rivolgiamo un appello al nuovo prefetto.

Udine, 9 agosto 2007

• Dichiarazione di Ganfranco Leonarduzzi comitato nazionale Radicali Italiani, Corrado Libra e Ennio Rossi del direttivo Radicali Friulani

Malgrado l'impegno delle forze dell'ordine, i continui controlli, l'azione di prevenzione che viene condotta e le risorse impiegate, il fenomeno della prostituzione clandestina, rimane  ancora irrisolto. Chi sostiene che lo sfruttamento, la contrattazione della prestazione sessuale sono proibiti, vive su Marte, o  non conosce bene la nostra città. A parte via Roma, vi sono altre vie e angoli in cui l'esercizio della  contrattazione sessuale, avviene tranquillamente. Le  case  sono fornite  di  ogni  standard, si  ricorre  perfino  all'ausilio  di accorgimenti elettronici luminosi tipo i semafori, per segnalare al cliente la disponibilità.

Per  questi  motivi e cogliendo l'occasione del  suo  insediamento, rivolgiamo un appello  al nuovo  prefetto Lorenzo  Cernetig, affinchè raccolga  e  sostenga l'idea  del  suo  collega  Serra quando svolgeva il suo incarico a Firenze e poi rilanciata dopo il suo trasferimento a Roma: occorre rivedere la legge Merlin e individuare tutti gli  elementi possibili per  legalizzare la prostituzione.

Diciamo no alla  clandestinità, ma per  fare  questo, occorre  che il  consiglio  regionale compia un passo importante verso  la promozione di una  discussione  approfondita sulla  legalizzazione del  sesso  a  pagamento. Occorre superare il bigottismo di destra e sinistra, riconoscere professionalmente con diritti  e doveri l'esercizio della  prestazione sessuale.  



IN PRIMO PIANO







  stampa questa pagina invia questa pagina per mail