Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mer 24 lug. 2024
  cerca in archivio   COMUNICATI
Caso Pordenone, Maria Antonietta Coscioni: no a strumentalizzazioni a fini di parte
Conferma della necessità e dell'urgenza di una adeguata informazione sessuale.

Roma, 22 marzo 2008

• Dichiarazione di Mari Antonietta Farina Coscioni, Presidente di radicali italiani e Co-presidente dell'ass.Luca Coscioni. Candidata nelle liste del PD in Friuli Venezia Giulia

Mi auguro che il tribunale chiamato a pronunciarsi sulla vicenda della ragazza di Pordenone che intende portare avanti la gravidanza contro la volontà dei suoi genitori, sappia intervenire con la serenità e con la prudenza che il caso impone ed esige.

E' indubbiamente una questione delicata, che - si spera - non sarà stumentalizzata a fini di parte, che nulla hanno a che vedere con la vicenda. Non voglio entrare nel merito del caso, tuttavia mi colpisce che i genitori della ragazza non siano - come dovrebbe essere naturale - al suo fianco, ma che già per la seconda volta la osteggino e ne contrastino duramente le decisioni.

Al di là del caso specifico, mi domando quante altre ragazze della stessa età si trovino nella stessa penosa situazione, e nella stessa solitudine si trovino a dover prendere decisioni così gravi.

Osservo che questa vicenda conferma la necessità, l'urgenza e l'opportunità di assicurare una adeguata informazione sessuale. Se fosse garantita, probabilmente molti casi come quello di Pordenone sarebbero evitati, recuperando la storica battaglia radicale da sempre: più pillola, meno aborto; più contaccezione, meno aborto; per ottenere una seria informazione sulla pillola del giorno dopo, sulla RU486. Ed è questo, credo, l'impegno che ci debba vedere mobilitati: senza strumentalizzazioni o speculazioni politiche, e nell'interesse della donna perché sia libera di avere una maternità consapevole e voluta.


IN PRIMO PIANO







  stampa questa pagina invia questa pagina per mail