Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mer 24 lug. 2024
  cerca in archivio   NOTIZIE
Cenni: si aboliscano i CDQ e si istituisca l'Anagrafe Pubblica degli eletti

19 novembre 2009

  • Dichiarazione di Lorenzo Cenni, segretario dell'Associazione radicale Trasparenza è Partecipazione:

 

Il Sindaco Romoli manifesta perplessità sui consigli di quartiere di Gorizia ed auspica un accorpamento legislativo.
I Radicali goriziani ricordano che non serve nessun accorpamento legislativo, serve solo buona volontà e buonsenso. I consigli circoscrizionali sono obbligatori solo per le città al di sopra dei 100 mila abitanti e, durante
la discussione della finanziaria per l'anno 2008, i parlamentari Radicali avevano cercato di far passare un emendamento che portava tale obbligo addirittura sopra i 250 mila abitanti.
 
I consigli di quartiere hanno un senso solo nelle grosse città, ad esempio Roma con 3 milioni di abitanti ne ha 20 e Gorizia con 36 mila abitanti ne ha 10! E' palese la sproporzione e non si vede di quale frammentazione della società goriziana va parlando il Sindaco. E non è questione neppure di gettone di presenza, per quanto piccolo. E' possibile che in una cittadina come la nostra i 40 consiglieri comunali non siano sufficienti ad occuparsi dei problemi cittadini?
 
Si aboliscano subito i consigli circoscrizionali e, col denaro risparmiato, si investa in trasparenza e servizi resi ai cittadini istituendo subito l'Anagrafe Pubblica degli eletti e dei nominati.


IN PRIMO PIANO







  stampa questa pagina invia questa pagina per mail