Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
gio 13 dic. 2018
  cerca in archivio   COMUNICATI
Radio radicale, ore 19:45 trasmissione delle Associazioni radicali. In studio Michele De Lucia e Riccardo Magi

11 giugno 2010

Stasera alle ore 19.45 andra' in onda su Radio Radicale una nuova puntata della trasmissione dedicata alle associazioni radicali e alle iniziative sul territorio italiano.

Conducono in studio Michele De Lucia e Riccardo Magi

 

Questa settimana si parla di ANAGRAFE PUBBLICA DEGLI ELETTI

 

Matteo Mainardi, presidente dell'Associazione Radicali Marche

I Radicali Marchigiani hanno recentemente presentato la ricerca di accesso agli atti sia al comune che alla provincia di Pesaro. Dato l'ottimo riscontro ottenuto sui media locali si preannunciano interventi analoghi in tutta la Regione. 

www.radicalimarche.it 

Maurizio Bolognetti, Direzione Nazionale di Radicali Italiani e esponente radicale in Basilicata

Racconterà gli esiti delle sue richieste di accesso agli atti, depositati in Regione e comune e provincia di Potenza. In particolare le reazioni del mondo politico locale.

http://www.fainotizia.it/users/mbolognetti

 

Luca Bove, militante radicale a Caserta

I radicali di Caserta hanno deposito la richiesta di accesso agli atti presso gli uffici comunali. Luca racconterà lo strano caso del comunicato stampa copiato dal Partito Democratico.

L'occasione del collegamento è utile anche per annunciare l'assemblea di costituzione di un'associazione radicale a Caserta il 20 giugno 2010.

www.radicalicaserta.it

 

Donatella Corleo, militante radicale a Palermo

Un racconto della difficile avventura burocratica per depositare la richiesta di accesso agli atti presso il Comune di Palermo e di Marsala.

http://www.radicali.it/view.php?id=157915

 

Luisa Simeone, rappresentante dell'associazione Radicali Roma al Comitato Nazionale

La militante radicale dell'associazione Radicali Roma è al terzo giorno di sciopero della fame per aprire
un dialogo con il presidente del Consiglio comunale Pomarici e con il sindaco Alemanno al fine di far rientrare le istituzioni che essi rappresentano nella legalità e vedere riconosciuto il diritto dei cittadini di conoscere chi li amministra.



IN PRIMO PIANO







  stampa questa pagina invia questa pagina per mail