Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mer 19 gen. 2022
  cerca in archivio   COMUNICATI
Legalizzare la prostituzione. Poretti: Lo scandalo non sta nel tassarle, ma nel lasciarle in mezzo alla strada!

22 giugno 2010

  • Intervento della senatrice Donatella Poretti, Radicali/Pd
In questi giorni di manovra il nostro emendamento e quello simile del sen. Lucio Malan hanno riaperto il dibattito sulla necessità o lo scandalo di legalizzare e quindi tassare la prostituzione (1).
Chi ha bollato come scandalosa e immorale la proposta dovrebbe sapere che oggi lasciare tutto com'e' significa lasciare nell'illegalità' tutte e tutti quelli fanno questa attività. Non intervenire con una regolamentazione vuol dire non separare chi e' costretto -le cosiddette schiave del sesso- da chi lo fa per libera scelta, una comunanza che nei fatti arricchisce, nella migliore delle ipotesi, l'evasione fiscale, nella peggiore la malavita e la tratta.
Chi non vuol separare i due mercati lascia al cliente l'alibi di dire non potevo sapere che era costretta e non lo faceva per scelta.
Chi non vuol separare i due mercati lascia quelle che hanno dei redditi da capogiro in balia dell'Agenzia delle Entrate e dei controlli incrociati del redditometro, le tasse in maniera casuale vengono chieste ma senza dare in cambio un contorno di legalità, di assistenza sanitaria e previdenziale.
E allora cos'e' più scandaloso e immorale?


IN PRIMO PIANO







  stampa questa pagina invia questa pagina per mail