Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
gio 18 apr. 2019
  cerca in archivio   NOTIZIE
Informazione Rai: il Pd si ricorda di “giocare” solo in zona cesarini

26 giugno 2010

Otto senatori del PD hanno scritto una lettera a Sergio Zavoli, presidente della commissione parlamentare di vigilanza RAI, per segnalare il soverchiante spazio dedicato alla Fiom Cgil rispetto ad altre componenti sindacali e quindi una mancanza di rispetto circa l’informazione da parte dei telegiornali Rai in merito all’accordo Fiat.

“Dove erano questi senatori - dichiara Annarita Digiorgio, membro del Comitato nazionale di Radicali Italiani - quando i Radicali durante la scorsa campagna elettorale documentavano lo spazio illegittimo che la Rai dedicava al Presidente del Consiglio, il quale in particolare nell’ultima settimana occupava i Tg in modo palesemente abusivo, invadendo spazi in modo monopolistico e senza alcuna possibilità di contraddittorio? Dove erano quando i parlamentari radicali occupavano la sede della Rai per interrompere il tentativo da parte di Silvio Berlusconi di eversione rispetto alla Costituzione e di sovversione nei riguardi dell’ordine pubblico?

Perché non hanno scritto nessuna lettera quando sempre i Radicali hanno denunciato che le elezioni regionali non erano democratiche anche per il  tramite della sistematica violazione delle norme in materia di par condicio e della Rai artefice di un palinsesto che di fatto condizionava la campagna e impediva ai cittadini di conoscere le diverse forze politiche?  E che cosi facendo minava la libertà, la legalità, e la democrazia?

Mi aspetterei da questi otto senatori, e dal Pd tutto, che supportassero la Commissione di vigilanza Rai anche per le molte altre ragioni che minano il diritto dei cittadini a determinare le proprie scelte politico-elettorali attraverso un’informazione completa e corretta.

Mentre questa è una lotta che vede i Radicali nella solitaria difesa del diritto di conoscere per deliberare. Lotta condotta anche attraverso puntuali ricorsi giurisdizionali a livello nazionale e transnazionale: risale al 4 giugno l’ultima denuncia all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni contro la Rai per violazione degli obblighi in materia di informazione televisiva.



IN PRIMO PIANO







  stampa questa pagina invia questa pagina per mail