Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
sab 25 mag. 2024
  cerca in archivio   RASSEGNA STAMPA
Il razzismo esiste, ma è sbagliato gridare "al lupo, al lupo"

• da L'Unità del 29 giugno 2010

 

Questi i fatti per come li abbiamo potuti ricostruire. Mercoledì 23 giugno alle ore 21.30 tre operai senegalesi si presentano in una pensione a Meolo in provincia di Venezia, ma vengono insultati e cacciati dal proprietario. Ne nasce uno scandalo. Così la figlia del titolare: «io non ero presente. Ma, se è successo così, ci dispiace. Il fatto di aver accettato tranquillamente la prenotazione dimostra che per noi non c’era alcun problema ad ospitarli. Purtroppo mio padre è ultra 70enne, ha problemi di salute e una certa mentalità. Anche per noi costituisce un problema quotidiano. Ma non so se valga la pena montare un caso su questo fatto: qui alloggiano albanesi, ex jugoslavi e altri stranieri». In effetti, in assenza di prove contrarie, la spiegazione appare plausibile. Non così è sembrato a molti tra coloro che hanno ripreso la notizia e a tantissimi navigatori di internet che ne hanno fatto l’occasione per una vibrante denuncia del "razzismo veneto". Guai a sottovalutare, evidentemente: il razzismo esiste, è insidioso e dissimulato e il "giustificazionismo" è molto diffuso. Ma è altrettanto vero che non abbiamo alcun bisogno di gridare "al lupo al lupo". Razzista è termine massimamente denigratorio, forse il più stigmatizzante all’interno dei sistemi democratici, certo il più riprovevole per le culture che fino a qualche decennio fa erano maggiormente condivise in Italia (quella "cattolica" e quella "socialista"). Guai a non definire con parole appropriate l’intolleranza, la discriminazione, la xenofobia, quando si manifestano. Ma guai a utilizzare banalmente il termine "razzista" quando si sia in presenza d’altro. Non è un modo per rafforzare la convivenza bensì un mezzo per degradarla.

Italia-razzismo è promossa da:
Laura Balbo, Rita Bernardini, Andrea Billau, Andrea Boraschi, Valentina Brinis, Valentina Calderone, Giuseppe Civati, Silvio Di Francia, Francesco Gentiloni, Betti Guetta, Pap Khouma, Luigi Manconi, Ernesto M. Ruffini, Iman Sabbah, Romana Sansa, Saleh Zaghloul, Tobia Zevi.


IN PRIMO PIANO







  stampa questa pagina invia questa pagina per mail