Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
sab 25 mag. 2024
  cerca in archivio   RASSEGNA STAMPA
Pisana, l'opposizione si autoconvoca. "Lazio immobile, ora risposte ai cittadini"

• da La Repubblica - ed. Roma del 30 giugno 2010

di Chiara Righetti

 

Stamane alle 11 Renata Polverini sarà a piazza di Pietra a discutere dell"‘occasione olimpica". Nelle stesse ore, sotto le finestre del suo ufficio, si riuniranno tutti i consiglieri d’opposizione eletti alla Pisana il 28 e 29 marzo. Di nuovo in campo contro l’immobilismo della Regione.
L’iniziativa lanciata una settimana fa dai Radicali si replica oggi perché, spiega il capogruppo Giuseppe Rossodivita, in sette giorni nulla è cambiato: «Il Consiglio non si riunisce, le commissioni non si sono insediate, ma l’ufficio di presidenza non lesina prebende all’unanimità». Poi una stoccata a Pd e Idv, "corresponsabili" dello stallo: «Smettano di prender parte alla spartitocrazia ed inizino a fare opposizione». Appello raccolto: «A tre mesi dalle elezioni è inconcepibile che ci siamo riuniti due volte», spiega il capogruppo Idv Vincenzo Maruccio, annunciando l’adesione alla protesta. E Giulia Rodano sottolinea il disagio per una politica immobile «in un momento cruciale, con sul tappeto temi importanti come l’aumento delle tasse, i tagli alla sanità, la crisi economica». Ci sarà pure, compatto, il Pd: 41 punto dolente denuncia il capogruppo Esterino Montino - è l’incapacità del Pdl e della Polverini, che insiste a chiedere al governo trattamenti di favore adducendo come causa il dissesto dei conti ereditati dal centrosinistra. Si preferiscono gli slogan a un dato drammatico: il rischio-tsunami fiscale se i decreti sulla sanità saranno bocciati per inconsistenza.
Ecco perché saremo oggi sulla Colombo: il Consiglio deve riunirsi per discutere le emergenze della Regione, che non aspettano i comodi del centrodestra». Tutti in piazza dunque: pure Sel, Verdi, Partito socialista, Lista civica e Fds. Manca la maggioranza, nella quale però, da giorni, serpeggia l’insofferenza per l’immobilismo della Regione. Con Storace che si sgola a chiedere di formare le commissioni e cominciare a lavorare, e ha perfino appoggiato la richiesta Pd di un consiglio straordinario sulla manovra. Segno che stavolta l’emergenza è vera e bipartisan.



IN PRIMO PIANO







  stampa questa pagina invia questa pagina per mail