Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani
Notizie Radicali, il giornale telematico di Radicali Italiani
cerca [dal 1999]


i testi dal 1955 al 1998

  RSS
mer 20 feb. 2019
  cerca in archivio   RASSEGNA STAMPA
Bersani in mezzo alla protesta, prima lo fischiano poi gli applausi. Ed è ancora polemica sul Tg1

• da da Il Mattinoonline del 8 luglio 2010

di Nino Bertoloni Meli

Hanno bloccato le strade attorno a palazzo Chigi, hanno srotolato striscioni e cartelli, lanciato slogan, marciato, inveito, fischiato, applaudito. Ma quando i cinquemila aquilani della protesta si sono avviati verso palazzo Grazioli residenza istituzionale privata del premier, ├Ę finita a mazzate. A farne le spese il sindaco del capoluogo, Massimo Cialente, e il suo amico di sempre Giovanni Lolli, i Castore e Polluce dell'Aquila, ┬źma s├Č, un paio di manganellate sulle spalle, mi han fatto tornare giovane, ogni mazzata dieci anni di meno┬╗, raccontava Lolli alla Camera, che poi incrociava Maurizio Scelti del Pdl e la rissa proseguiva sia pure solo verbale. ┬źMalmenati dalle forze dell'ordine e vilipesi dal governo┬╗, si lamentava a sua volta Cialente che ha rimediato un paio di spintoni e di pestate sui piedi. ┬źDobbiamo organizzare la rivolta sociale┬╗, gridava Antonio Di Pietro, che per un po' prende le redini del corteo, acchiappa ivi megafono e protesta col questore per lo spiegamento di forze, ma ce n'├Ę anche per lui, ┬źDi Pietro, dove sei stato fino adesso, ti fai vedere ora che ci sono le tv┬╗ gli gridano alcuni ragazzi. Sfilano deputati e senatori di opposizione in mezzo alla gente del terremoto, escono dai palazzi e si fanno vedere tra la gente, ma non sempre ├Ę tripudio. Ne sa qualcosa Marco Pannella, abruzzese doc, che prende la parola proprio sotto palazzo Chigi, attacca il governo, ma poi si mette a discettare di Afghanistan e finisce in un coro di ┬źuuhh, uuhh┬╗, lui non si d├á per vinto, invita ┬źi compagni del Pd┬╗ a fare il proprio dovere, a opporsi, a esserci e arriva la seconda raffica di ┬źuuuhhh┬╗, Giacinto Pannella dello Marco non demorde, tiene saldamente in mano il microfono che cercano di strappargli, ┬źma chi cavolo sei, ma che vuoi┬╗, esce forte dall'altoparlante. Va un po' meglio a Pier Luigi Bersani i terremotati lo ascoltano, fischi si mischiano agli applausi, questi ultimi alla fine prevalgono, ma che fatica convincere la piazza che il Pd, l'opposizione la fa sul serio e senza sconti, ┬źsvegliatevi┬╗, ┬źdatevi una mossa┬╗, urlano i pi├╣ agitati come fossero nel film della Guzzanti. Al Senato, la capogruppo del Pd Anna Finocchiaro assieme a Udc e Idi, telefona al governo per chiedere modifiche alla manovra a favore dell'Aquila, ┬źche almeno non debbano pagare le tasse┬╗. ┬źValuteremo┬╗, si sono sentiti gelidamente rispondere. A completare l'opera, polemica del Pd con il Tg1 "colpevole" di aver detto ┬źfischiato Bersani┬╗, ┬źe che, adesso la notizia sono i due fischi al segretario del Pd┬╗, chiosava Lolli. Con Vincenzo Vita che in via l'ennesima protesta ad personam contro Minzolini.



IN PRIMO PIANO







  stampa questa pagina invia questa pagina per mail